VIGILE URBANO GETTA UNA CICCA DI SIGARETTA ACCESA DALLA FINESTRA LA QUALE FINISCE IN UN PASSEGGINO BRUCIANDO I CAPELLI DI UN BAMBINO DI 7 MESI


I vigili hanno gettato un mozzicone di sigaretta dalla finestra e hanno bruciato i capelli di un bambino di 7 mesi. Il fatto è accaduto a Torino. La sigaretta accesa è finita nel passeggino di una mamma che stava camminando sotto il comando di polizia. Una donna stava camminando sotto il comando della polizia municipale di Torino, portando il suo bambino di 7 mesi nel passeggino. I vigili presenti al comando hanno lanciato un mozzicone di sigaretta dalla finestra, che è finito dritto nel passeggino. La cicca era ancora accesa e ha bruciato i capelli del piccolo, facendo spaventare la mamma. La donna ha deciso di chiedere l’intervento di un avvocato. Fortunatamente tutto si è concluso con un pianto del bambino e uno spavento della mamma, senza ulteriori danni. Se la donna non avesse agito con prontezza, però, le conseguenze potevano diventare più gravi. Per questo la donna ha chiesto l’intervento di un legale. Quando si è presentato al comando di polizia municipale chiedendo spiegazione per i mozziconi di sigarette lanciati dalla finestra, si è sentito rispondere dall’addetto all’ingresso di fare domande a chi fuma. Una risposta inadeguata se si pensa al luogo in cui è stata fatta. La mamma del bambino vuole presentare una querela contro l’autorità giudiziaria.

Commenti Facebook

About Massimo Mazzetti