Visitare la Franciacorta: cosa vedere e cosa mangiare


 

 

 

 

 

 

 

 

 

A due passi da Milano, la Franciacorta è affacciata sulle sponde del Lago d’Iseo, in un’area collinare di circa 200 chilometri quadrati che comprende 19 comuni della Provincia di Brescia.

Le vigne sono le indiscutibili protagoniste che disegnano questo paesaggio caratterizzato da una natura incontaminata, dai tratti pianeggianti e collinari, dalla presenza del Lago d’Iseo e dai suoi stupendi borghi caratterizzati da palazzi storici, torri e castelli medievali.

Oltre alle bollicine e ad alle buone ricette gastronomiche locali, la Franciacorta offre un magnifico patrimonio storico-culturale da esplorare a piedi, a cavallo o in bicicletta.

Scopriamo in questa guida turistica come organizzare un tour o weekend in uno degli innumerevoli agriturismi in Franciacorta.

 

Franciacorta: alla scoperta del patrimonio storico-culturale

Per chi adora la storia, l’arte e la natura incontaminata, la Franciacorta è una delle migliori location da scoprire e da visitare. Una gita in barca alla scoperta del favoloso Lago d’Iseo che accoglie nelle sue acque l’isola lacustre Monte Isola, con le isole minori Loreto e San Paolo.

Per gli amanti dei castelli medievali, al centro della Franciacorta, si può visitare quello di Bornato, uno dei castelli medievali meglio conservati di tutta la Lombardia.

A pochi passi da Rovato, il castello Quistini è un’antica dimora storica del 1500, situata sulle meravigliose colline del Franciacorta.

Bellissimo il castello Lantieri, un rudere risalente al ‘200 costruito su un’altura rocciosa, oggi appartenente alla nobile famiglia bresciana Lantieri de Paratico, ben nota per il suo agriturismo di proprietà dove è possibile soggiornare in totale relax, lontani dallo stress cittadino.

Nel comune di Rodengo Saiano, l’Abbazia Olivetana di San Nicola è dei maggiori complessi religiosi d’Italia con tanti affreschi tra cui la Crocifissione del Foppa.

Chi visita la Franciacorta è d’obbligo percorrere la Strada del Vino, un percorso lungo 80 chilometri che si estendono tra i diciannove comuni della provincia bresciana.

 

Soggiornare in agriturismo Franciacorta: cosa degustare

Prenotare un bel soggiorno in uno dei migliori agriturismi in Franciacorta immersi nella quiete, tra colline e vigneti, è un’ottima opportunità per concedersi una vacanza alla scoperta della tradizione, delle bollicine e della bontà culinaria locale.

Ottimi i piatti ittici preparati con il pescato delle acque del Lago Sebino, accompagnati da ortaggi locali, freschissimi, selezionati accuratamente dai migliori chef.

Grande attenzione è dedicata alla scelta e all’impiego di verdure e di frutti di stagione, e ai prodotti autoctoni della tradizione culinaria che si tramanda di generazione in generazione.

Tra gli antipasti più gustosi e più prelibati, si possono degustare, in abbinamento alle bollicine, i salumi e i formaggi tipici: il Salame Montisola, il Silter Camuno, “la r.e.t.” e il Selvino di Grotta serviti con mieli e deliziose confetture tipiche della tradizione locale.

Lo chef consiglia il risotto al Bagoss, casoncelli, manzo all’olio, arrosti con contorni a base di verdure fresche dell’orto ed erbe aromatiche: piatti deliziosi e raffinati presentati con cura e accompagnati con ottimi vini Franciacorta D.O.C.G. e D.O.C., di grande eccellenza.

Per concludere, nel menù, è possibile scegliere squisiti e deliziosi dessert: piccola pasticceria, dolci al cucchiaio, crostate e torte di frutta.

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24