WWF e “Stop 5G Chieti” chiedono di essere ascoltati sul Piano antenne


“Prima di ogni decisione su un argomento così delicato è indispensabile ascoltare associazioni e cittadini e assumere tutte le informazioni possibili, a cominciare dai rischi per la salute”

WWF Chieti-Pescara e “Stop 5G Chieti” hanno chiesto ufficialmente, con una lettera inviata la scorsa settimana al presidente del consiglio comunale Liberato Aceto e ai presidenti delle due commissioni interessate, di essere ascoltati all’inizio della riunione congiunta della III (  Urbanistica, Pianificazione del territorio, Ambiente; presidente Roberto Melideo) e della VI (  Statuto, Regolamento, Affari istituzionali e generali, Decentramento e Affari legali; presidente Stefano Costa) commissione consiliare. L’argomento è l’aggiornamento del Piano Antenne. Le associazioni si riferivano a una riunione calendarizzata in questi giorni di cui sono venute a conoscenza. Per le vie brevi il presidente della VI Commissione Stefano Costa ha annunciato che l’ascolto delle associazioni sarà possibile soltanto in un secondo momento. Il WWF e Stop 5G Chieti auspicano che le loro informazioni siano tenute in considerazione dai consiglieri comunali prima di assumere ogni decisione. “Su un argomento così delicato – sottolineano Nicoletta Di Francesco del WWF e Gemma Reggimenti di Stop 5G Chieti – è indispensabile ascoltare associazioni e cittadini e assumere tutte le informazioni possibili, a cominciare dai rischi per la salute. Per questo abbiamo chiesto l’audizione in commissione e aspettiamo fiduciose di essere convocate: tutti i consiglieri, e attraverso loro tutti i partiti politici, devono poter scegliere sapendo bene a che cosa si potrebbe andare incontro”.

Attualmente il settore delle antenne per la telefonia mobile è normato in Abruzzo dalla L.R. 45/2004 mentre il Comune di Chieti ha approvato il 22.09.2017 il Regolamento oggi in vigore. Ha invece acquisito il Piano antenne, la cui redazione era stata affidata nel 2018 alla ditta toscana POLAB, nel giugno del 2019, piano considerato come integrazione al vigente regolamento ma al momento ancora in attesa di approvazione da parte del consiglio comunale. È stato infine redatto, sempre a cura della POLAB, il nuovo Regolamento comunale per l’installazione degli impianti di telecomunicazioni che sostituisce integralmente quello precedente e contiene, come previsto dalla legge regionale 45/2004, anche l’individuazione di nuovi siti per gli impianti di telefonia mobile. Il nuovo regolamento e il relativo Piano sono nella fase approvativa ed è su questi che WWF Chieti-Pescara e Stop 5G Chieti vogliono essere ascoltati, perché una adeguata informazione è fondamentale per far sì che ogni scelta sia pienamente consapevole.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24