PRO LOCO DI AVEZZANO. “WINTER WONDERLAND” -PAESE DELLE MERAVIGLIE INVERNALI


Winter Wonderland” -paese delle meraviglie invernali-, è proprio questa realtà, dall’incredibile sapore natalizio, che Pro Loco di Avezzano ospita, presso la propria sede di via Corradini, da martedì 7 a domenica 12 dicembre.

Quattro donne, con la medesima passione della realizzazione di piccoli capolavori d’artigianato, si sono unite nella ideazione di una mostra di creazioni artistiche dedicate al momento più magico dell’anno.

Anna Lisa Lucarelli realizza le sue composizioni con l’idea di rubare la poesia ai fiori per poterli immortalare nel tempo. Così, nel suo atelier, hanno iniziato a fiorire rose, peonie, dalie, margherite, stelle di natale in velluto e in feltro. Una esplosione di colori, tanti piccoli capolavori floreali realizzati in raso. Eleganza e raffinatezza aiuteranno a creare la giusta atmosfera natalizia.

Riporta l’immagine al passato Mariagrazia Luzzi con l’esposizione proposta al pubblico. Creazioni fatte di filo e pazienza con accessori, realizzati con pregiati filati, simili a sculture da indossare per combattere il freddo e la noia. Una produzione che nasconde lo spirito artistico in oggetti all’apparenza semplici, ma frutto di uno studio approfondito e meticoloso sulle forme, sui colori e sui loro accostamenti e significati.

Una selezione di oggetti ispirati al Natale, realizzati con la tecnica della stampa 3D, è offerta al pubblico da Valeria Poropat. Una originale presentazione di una versione tridimensionale delle sue Pupazze declinate a tema natalizio e trasformate in piccole opere d’arte che, rompendo lo schema tradizionale dell’opera come oggetto da tenere sotto vetro, sono dotate di gancio per arricchire, in modo estroso, l’addobbo dell’albero di Natale.

Ai continui appelli inoltrati per il rispetto dell’ambiente Raffaella Simone non è rimasta indifferente. Ha risposto al richiamo con creazioni realizzate principalmente con materiali di riciclo e stoffe vintage e di recupero. I visitatori di questa ricca mostra potranno ammirare le bambole Frida, dedicate alla grande pittrice messicana, ma anche piccoli quadri, collane e altri oggetti realizzati con molta attenzione al recupero e alla sostenibilità.  Opere artistiche basate sul concetto dell’upcycling -riciclo creativo- che non intende trasformare i rifiuti in un prodotto finalizzato a un nuovo utilizzo, ma deve essere concepito come voler dare nuova vita a carta, stoffa, fili e altri elementi destinati a essere eliminati. Nelle mani dell’artista, invece, sono recuperati e trattati con cura e amore.

.2

Last but not least come si usa dire è la presenza, in questo “Winter Wonderland” al femminile, di Vincenzo Corsi, maestro nel paesaggio e nel controllo delle linee più sottili. In questo universo natalizio espone sfere decorate con iconici scorci e dolci scene di natività.  Su un fondo blu notte si aprono valli, vicoli e chiese, mentre il fulcro del Natale cristiano si accoccola tra rocce e cespugli. Scene bucoliche che ricordano la grande tradizione del presepe napoletano. Il semplice oggetto rappresentativo del Natale si trasforma, con il tocco di Vincenzo Corsi, in una piccola incredibile opera d’arte.

In questo momento dell’anno, nel quale si respira già quell’atmosfera particolare, l’appuntamento con  “Winter Wonderland” è  l’opportuna offerta per viverla e gustarla.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24