75 ANNI FA LE DONNE OTTENNERO IL DIRITTO DI VOTO


75 ANNI FA LE DONNE OTTENNERO IL DIRITTO DI VOTO

Era il 30 gennaio del 1945, il Consiglio dei Ministri deliberò la concessione del diritto di voto a tutte le donne al di sopra dei 21 anni, ad esclusione delle prostitute schedate, mentre la loro eleggibilità venne sancita in seguito, con il decreto del 10 marzo 1946.

Fu il movimento delle suffragette inglesi a dare l’impulso alla lotta per il diritto di voto in Italia. In Gran Bretagna venne concesso il suffragio femminile già nel 1832, anche se solo nelle elezioni locali, ma il primo Paese ad ottenere il suffragio universale fu la Nuova Zelanda, nel 1893.

Artefici del cambiamento furono Palmiro Togliatti del Partito Comunista e Alcide De Gasperi della Democrazia Cristiana, sostenuti dal Vaticano che definiva il voto un dovere,  ma contrastati dal Partito liberale, dal Partito d’Azione e dal Partito Repubblicano.

Le italiane votarono per la prima volta il 2 giugno del 1946, in occasione del referendum istituzionale. Lo stesso anno furono elette due donne sindaco: Ada Natali (a Massa Fermana) e Ninetta Bartoli (a Borutta).

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24