Calcio in tv: cosa succederà dal prossimo anno


Una domanda che tutti gli appassionati di calcio si stanno ponendo, visto quanto accaduto di recente con l’assegnazione dei diritti televisivi per le prossime stagioni calcistiche, a partire da quella 2021/2022. Cosa accadrà in televisione e come ci si dovrà muovere per vedere le partite di calcio? 
La questione in questo momento è di non facile risoluzione soprattutto in virtù del fatto che è ancora recente l’assegnazione a Dazn dei diritti tv per i prossimi tre campionati di calcio e, secondo quanto si sta registrando in questi giorni, si potrebbe arrivare ad una sorta di accordo. Tuttavia gli appassionati di calcio vivono una fase di confusione ed incertezza su quello che potrebbe essere il futuro.

Cosa cambia dal campionato 2021/2022

Ad oggi il calendario delle partite è facilmente consultabile analizzando, ad esempio, le partite di calcio di oggi su un qualsiasi sito informativo presente in rete. Per questa stagione sono ancora 3 i soggetti a detenere i diritti: Sky, Dazn (in accordo tra di loro) e Mediaset. 
Dall’anno prossimo non sarà più così: Dazn si è aggiudicata i diritti tv della Serie A per i prossimi tre campionati. Si parla della piattaforma online di video streaming, in diretta o on demand, specializzata nella trasmissione di eventi sportivi. Dazn nasce a Londra nel 2015 ed attualmente è presente in 30 nazioni.  
In Italia ha fatto il suo esordio in questi anni lavorando in accordo con Sky; e facendo intravedere, soprattutto in fase iniziale, più di qualche criticità dal punto di vista tecnico, visto che la trasmissione avviene via internet. Ecco allora che, per il futuro, ci sono anche diversi dubbi sulla reale tenuta della rete internet dando per scontato che il numero di utenti aumenterà considerevolmente.

Tutti i soggetti in campo

Altro aspetto non propriamente favorevole agli utenti, Dazn trasmetterà le partite di Serie A, per vedere le altre competizioni, dalla Champions all’Europa League, sarà necessario sottoscrivere abbonamento ad un altro servizio, da Sky a Mediaset passando per la grande new entry di Amazon, il colosso americano degli ecommerce che entrerà nel business del calcio trasmettendo le gare di Champions League in Italia dal 2021 al 2024.
In sostanza i prossimi anni vedranno un ulteriore divisione tra attori in campo e, con ogni probabilità, gli appassionati di calcio che vorranno seguire tutte le competizioni (dalla Serie A alla Champions) saranno costretti a sottoscrivere più abbonamenti con realtà diverse.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24