MONTEREALE: LITE FRA CONFINANTI DEGENERA IN AGGRESSIONE


 

Vecchi dissidi fra confinanti degenerano in una violenta lite.

È accaduto ieri pomeriggio a Montereale, dove i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto un uomo per aver aggredito il vicino di terreno, un imprenditore zootecnico del luogo.

L’arrestato, dopo lo scontro verbale con l’imprenditore, era infatti passato alle vie di fatto, scagliandosi contro il vicino con un coltello da cucina e colpendolo alla gamba sinistra.

A seguito della colluttazione, l’imprenditore è riuscito a divincolarsi e ha riportato ferite in maniera non grave, per le quali si è diretto presso il distretto sanitario di Montereale, dove è stato soccorso, e ha allertato i Carabinieri.

L’aggressore, invece, già noto ai militari per piccoli pregiudizi di polizia, è stato raggiunto dai Carabinieri, ai quali ha raccontato i fatti collaborando e consegnando loro il coltello.

Condotto presso la Stazione Carabinieri di Montereale, è stato dichiarato in arresto per lesioni aggravate e minacce aggravate e, su disposizione del magistrato, è stato tradotto presso le camere di sicurezza della Stazione di L’Aquila.

Stamattina l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto e rimesso in libertà l’aggressore.

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24