Rigopiano, ecco la conversazione che dimostra come l’allarme fu ignorato dal centralino


Un equivoco. Così potremmo chiamarlo. Un equivoco, accompagnato da un bel pizzico di leggerezza, che ha inevitabilmente rallentato i soccorsi.

Giampiero Pareti, cuoco in vacanza all’hotel Gran Sasso con la sua famiglia, è uscito per prendere delle medicine in macchina. Sente un gran rumore, si guarda indietro ed assiste alla immane caduta di neve che travolge la struttura con all’interno tutta la sua famiglia.

Così chiama il 118 alle 17:08 e lancia l’allarme che viene girato alla Croce Rossa e al CCS (centro coordinamento soccorsi). Il CCS alle 17:40 chiama Bruno Di Tommaso, direttore dell’hotel, che però è a Pescara e, ovviamente, pensa che l’hotel sia a posto, così l’allarme rientra.

Parallelamente, a pochi metri dall’hotel, crolla il tetto della stalla di Pietropaolo Martinelli con all’interno 300 pecore: ovviamente anche il Martinelli allerterà i soccorsi, ma la sua telefonata sarà al centro di un grande equivoco.

Tornando all’hotel, Pareti, oltre a chiamare il 118, manda anche un Whatsapp al suo datore di lavoro, Quintino Marcella, affinché lo aiuti a diffondere l’allarme. Così Marcella chiama il 113 che gira la chiamata al CCS. Qui, vi riportiamo la telefonata tra Quintino Marcella e la funzionaria del centralino, la quale crede che tutto sia apposto in quanto l’allarme è rientrato pochi minuti prima, proprio per la smentita di Di Tommaso.

Ore 18.20 di mercoledì 18 gennaio.

Marcella: “Mi sente?”
Funzionaria: “Sì che la sento”.
M: “Sono Marcella di cognome, Quintino di nome. Il mio cuoco mi ha contattato su Whatsapp cinque minuti fa, l’albergo di Rigopiano è crollato, non c’è più niente… Lui sta lì con la moglie, i bimbi piccoli… intervenite, andate lassù”.
F: “Questa storia gira da stamattina. I vigili del fuoco hanno fatto le verifiche a Rigopiano, è crollata la stalla di Martinelli”.
M: “No, no! Il mio cuoco mi ha contattato su Whatsapp 5 minuti fa, ha i bimbi là sotto… sta piangendo, è in macchina… lui è uno serio, per favore”.
F: “Senta, non ce l’ha il suo numero? Mi lasci il numero di telefono (…). Ma è da stamattina che circola questa storia, ci risulta che solo la stalla è crollata. Che le devo dire?”.

Quando la funzionaria sente parlare di Rigopiano, pensa alla fattoria e non all’hotel, in quanto lo stesso direttore dell’hotel aveva detto che era tutto ok.

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24