Teramo. Controlli e arresti in Val Vibrata


Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio e contrasto alla microcriminalita’ disposti dal comandante della compagnia cc di alba adriatica magg. Emanuele Mazzotta i carabinieri della compagnia vibratiana hanno arrestato due extracomunitari regolarmente in italia, un albanese per detenzione ai fini di spaccio di “cocaina” ed un marocchino responsabile di rapina impropria.

Nello specifico, i carabinieri della stazione di Nereto e della compagnia di alba adriatica, nel corso di specifici servizi di osservazione, controllo e pedinamento, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, il cittadino albanese Ervis Beqaj, 27enne, residente a nereto, celibe, nullafacente, pregiudicato, responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il predetto, nel corso della perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di novantagrammi di sostanza stupefacente tipo “cocaina, di cui un pezzo solido da grammi 52 (cinquantadue) ed i restanti suddivisi in 60 involucri termo-sigillati da mezzo grammo ciascuno pronti pere lo spaccio, destinata ai locali della movida della costa nord teramana ed in particolare albanese nonché denaro contante pari a 3.000 €uro in banconote di vario taglio – provento della precedente e fiorente illecita attività –, materiale idoneo per il confezionamento e due bilancini elettronici, tutto sottoposto a sequestro. la cocaina una volta immessa sul mercato avrebbe fruttato all’albanese oltre 7.000 €uro.

L’arrestato è stato accompagnato presso la propria abitazione agli arresti domiciliari, in attesa della convalida prevista per la mattinata odierna innanzi al gip – dott. canosa –.

I carabinieri della stazione di martinsicuro, invece, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, il cittadino marocchino Mohamed Rami, 22enne, residente a tortoreto, domiciliato a sant’omero, celibe, nullafacente, pregiudicato, responsabile del reato di rapina impropria.

Il predetto, dopo aver perpetrato il furto di un giubbotto all’interno del negozio “iperfamily“, presso il centro commerciale “il grillo” del posto, tentava la fuga venendo raggiunto e bloccato dal titolare – al termine di una breve colluttazione – e dai carabinieri operanti prontamente intervenuti su richiesta del commerciante. La refurtiva del valore di ottanta €uro recuperata e restituita all’avente diritto. Arrestato, espletate le formalità di rito, trattenuto presso la camera di sicurezza della caserma in attesa del processo con rito direttissimo previsto per la mattinata odierna.

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24