Allagamenti a Pescara. Del Vecchio: “Individuate criticità, adesso agire in sinergia con Aca e Attiva”


Del Vecchio: “Un’intesa inedita per intervenire su criticità diffuse che non consentono al sistema di funzionare al meglio quando piove”.

 

Sinergia fra Comune, ACA e Attiva: si uniscono gli sforzi per combattere gli allagamenti. Squadre interforze al lavoro sui punti sensibili della città per risolvere i problemi della raccolta delle acque.

 

“Continua su tutto il territorio comunale l’azione di verifica del sistema di raccolta delle acque bianche e nere – spiega il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Enzo Del Vecchio – Oggi lo facciamo attraverso una sinergia che si è creata tra Comune, Aca e Attiva dopo l’ennesimo allagamento e che non ha precedenti sul piano operativo. Abbiamo voluto attivare un gruppo composito che, censite tutte le criticità nel corso delle avversità meteoriche dell’ultima ondata di maltempo, sta ora procedendo a fare interventi mirati volti a risalire alle cause che hanno determinato gli allagamenti”.

I cittadini di Pescara subiscono, purtroppo, gli effetti degli allagamenti anche quando le piogge non sono di grande consistenza, a causa dei problemi riguardanti il sistema fognario.

“Un’azione –  secondo Del Vecchio – mai condotta prima e che in questi giorni sta sistematicamente riguardando tutti i sottoservizi della città. Le cause del mancato assorbimento delle acque piovane non stanno semplicemente nell’occlusione dei tombini, in realtà hanno una natura diversa e complessa. Difatti nel corso di questi giorni – prosegue il vicesindaco – abbiamo potuto accertare come la manutenzione generale che va dal ciglio della strada fino al fondo di ogni punto di raccolta delle acque ha evidenziato la presenza di situazioni di pericolosità, parliamo di tombini ricolmi di fango e radici, bocche di lupo la cui ampiezza è tanto ridotta da non consentire lo svuotamento necessario dell’acqua piovana, canali di raccolta completamente ostruiti, alcuni persino del tutto in contropendenza rispetto al declivio del terreno e altre cose simili”.

Quindi, individuato il problema, secondo Del Vecchio la sinergia farà si che la situazione possa essere risolta.

“Alla luce di tutto ciò – conclude – le squadre composte da operai dei diversi enti intervengono con autospurghi, o, ancora, con modifiche strutturali al sistema di raccolta delle acque nere e bianche al fine di risolvere queste criticità e consentire al sistema di raccolta delle acque di lavorare al meglio quando piove”.

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24