AMBULATORI PER LE VACCINAZIONI CHIUSI, LA LEGA DI CELANO SI MOBILITA PER RIPRISTINARE IL SERVIZIO PRESSO IL DISTRETTO SANITARIO CITTADINO E INCONTRA LA REGIONE


Nel 2018, la Regione governata da D’Alfonso ordinò la chiusura degli ambulatori per le vaccinazioni in molti centri marsicani, tra i quali Celano.

Tale decisione – avversata con numerosi appelli dei cittadini e iniziative di protesta dei Sindaci – ha creato criticità e disagi per la popolazione locale (famiglie con bambini e anziani) costretta a spostarsi per effettuare vaccinazioni.Su tale importante problematica – che coinvolge circa 3.000 utenti (popolazione sia di Celano che di Ovindoli) e che si riacuirà a breve con la riapertura delle scuole dopo la pausa estiva, con riferimento alle vaccinazioni obbligatorie per i minori,  la Lega attraverso i suoi esponenti locali -Consiglieri Comunale Eliana Morgante, Cesidio Piperni e dal Segretario cittadino Avvocato Andrea Rosa – si è fatta promotrice di una iniziativa di sensibilizzazione, diretta a ripristinare detto servizio  presso il Distretto Sanitario di Celano – nel corso della riunione svoltasi il 24 giugno 2019 presso la  Regione Abruzzo – sede di L’Aquila – alla presenza dell’Assessore alla Sanità Dr.ssa Nicoletta Verì, del Dirigente ASL  Dr.ssa Simonetta Santini e  del Consigliere regionale Dott. Simone Angelosante, Segretario della Commissione Sanità regionale, che sovrintende all’iniziativa.

Nell’occasione, gli autorevoli Interlocutori – alla luce dell’analisi dei dati evidenziati nel citato report – si sono riservati di valutare la fattibilità della richiesta nel rispetto della normativa e dei protocolli di sicurezza in materia.

Il confronto è stato molto costruttivo: ciò lascia auspicare possibile soluzione in termini positivi alla prospettata problematica.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24