Pescara. Anagrafe di sabato. L’assessore Di Pietro: “La novità è stata accolta positivamente dall’utenza. Da oggi riaperto anche lo sportello di piazza Grue”


Lo scorso 20 febbraio, per il sesto sabato consecutivo, l’ufficio anagrafe in piazza Italia è stato aperto al pubblico dalle 8 e 30 alle 12. Si tratta di un provvedimento fortemente voluto dall’assessore all’Anagrafe e alla smart city Laura Di Pietro, per andare incontro alle esigenze dei tanti utenti che, per motivi di lavoro o personali, non possono recarsi all’anagrafe in orario di ufficio.

 “L’iniziativa – dichiara l’assessore Laura Di Pietro – sta avendo un buon successo e, con il passare delle settimane e con la conseguente diffusione capillare dei nuovi orari, sempre più cittadini si recano presso lo sportello il sabato mattina. In totale, in sei sabati, ovvero dal 16 gennaio, giorno di inaugurazione del nuovo sistema di orari (che prevede anche l’apertura delle circoscrizioni nei soli giorni di martedì e giovedì, dalle 8 e 30 alle 12 e dalle 15 e 30 alle 17) si sono recati all’ufficio in piazza Italia circa 210 cittadini. Al contempo, i nostri operatori hanno emesso 162 certificati e 45 carte d’identità.

Un numero significativo, destinato a crescere nelle prossime settimane e a raggiungere il suo picco nei mesi estivi, in prossimità del periodo di ferie e partenze, quando storicamente l’ufficio anagrafe registra il maggior flusso di utenti. Siamo, quindi, molto soddisfatti della scelta intrapresa e voglio personalmente ringraziare tutto il personale dell’ufficio che si sta prodigando per rendere il più efficiente possibile il servizio.

Un servizio che, da oggi, giorno di riapertura dello sportello in piazza Grue, è tornato a pieno regime. Nelle ultime settimane, infatti, la sede della circoscrizione è stata chiusa al pubblico, poiché, dopo il trasferimento dalla “storica” stanza al primo piano, ai locali al piano terra della struttura (una scelta dovuta, per permettere agli studenti dell’istituto Alberghiero di proseguire gli studi in una sede idonea) si sono resi necessari dei lavori per la messa in sicurezza dell’ufficio, a seguito di alcuni furti verificatisi nella zona. In particolare, abbiamo istallato una cassaforte, per custodire i documenti e le carte d’identità dei cittadini, un’inferriata esterna e una porta blindata interna. Un lavoro che ha richiesto più tempo del previsto, ma che oggi ha ricevuto anche il plauso della Prefettura e che garantirà anche agli operatori di lavorare in totale sicurezza”.  

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24