AUTO SFONDATE A CELANO NELLA NOTTE, NUMERO DESTINATO AD AUMENTARE


CELANO. Oltre dieci auto in sosta sono state danneggiate nel corso della scorsa notte a Celano. Si tratta di episodi gravissimi che hanno suscitato molta rabbia in città. Via Vestina, via Stazione, Santa Maria, Borgo Monterone, sono alcune delle zone interessate dal raid vandalico. Una notte di vera e propria follia quella che si è vissuta a Celano, dove qualche sconsiderato ha pensato bene di ammazzare il tempo danneggiando molte auto in sosta. In pratica hanno attraversato la città colpendo a caso, infrangendo parabrezza e lunotti posteriori di una decina di automobili; il numero, comunque, sembrerebbe destinato ad aumentare.

Un risveglio amaro per moltissimi celanesi, i quali prima di andare a lavoro si sono dovuti preoccupare di  far riparare i loro mezzi e presentare denunce presso la locale stazione dei Carabinieri. La notizia di quanto accaduto è rimbalzata sui social fin dalle prime ore della mattinata, con un coro unanime di sdegno e rabbia di tutti i celanesi. Immediata è stata la reazione da parte dei Carabinieri della stazione locale. I militari, al comando del maresciallo capo Andrea De Cristofano, coordinati dal comandante della compagnia, il capitano Pietro Fiano, hanno iniziato le indagini e sembrerebbe che in mano agli inquirenti vi siano indizi utili.

“Già da stanotte, (ieri per chi legge), sarà attivato un servizio di pattugliamento notturno che vedrà la collaborazione tra la locale stazione dei Carabinieri e quello di Polizia Locale, coordinati rispettivamente dal luogotenente Finanza e dal comandante Fegatilli” ha spiegato il sindaco Settimio Santilli. “Sono atti che intendiamo assolutamente perseguire come nel caso dell’incendio nella scuola in piazza Aia, confidando anche nell’aiuto dei cittadini come avvenuto in quel caso, per risalire agli autori e punirli secondo legge. Fenomeni del genere non possono, però, essere ricondotti solo ed esclusivamente ai controlli degli organi di sicurezza, che comunque ci devono assolutamente essere e devono essere anzi rafforzati ed aumentati, ma anche a problemi di natura sociale all’interno del nucleo familiare, perché è complicato capire le ragioni per cui si debba andare in giro di notte a rompere i vetri di auto, senza tra l’altro rubare nulla al loro interno”. 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

CERCHIO, ECCO IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI I CALENDARIO PER I “SANTI GIOVANNI E PAOLO”

Cerchio. Dal 22 al 24 giugno i cittadini di Cerchio (Aq) renderanno omaggio ai Santi …