AVEZZANO, PERSEGUITAVA LA COGNATA: STALKER RINVIATO A GIUDIZIO


 

 

Molestava ripetutamente la cognata, inviandole lettere dal contenuto inequivocabile sul posto di lavoro e pedinandola ripetutamente.

È accaduto ad Avezzano, dove un ex agente di polizia penitenziaria, di 53 anni, è stato rinviato a giudizio dal Gup Maria Proia, su richiesta del Pm Guido Cocco.

L’uomo era già stato sottoposto al divieto di avvicinamento alla donna, dopo che gli agenti della Squadra Anticrimine del Commissariato di Avezzano erano intervenuti con una serie di indagini.

I fatti risalgono al 2012, quando la donna, stanca di subire molestie telefoniche, si è rivolta al Commissariato di Polizia della città.

Il 53enne, infatti, non solo la tempestava di messaggi ingiuriosi e telefonate, anche mute, effettuate da cabine telefoniche, ma aveva anche tentato di investire il nipote, fortunatamente salvatosi.

Per questi motivi lo stalker fu denunciato anche per tentate lesioni.

Ora dovrà presentarsi davanti al giudice del Tribunale di Avezzano.

 

Claudia D’Orefice

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24