BIMBO DI 7 ANNI UCCIDE IL PATRIGNO PER DIFENDERE LA MADRE


Bimbo di 7 anni colpisce con un coltello da cucina il patrigno per difendere la madre. Un incredibile fatto di cronaca accaduto a Foggia e riportato dai quotidiani nazionali, l’uomo M. R.,si trovava in un casolare del foggiano, dove è accaduto il fatto.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine nel 2013 venne coinvolto nell’operazione «Romanzo Criminale» con cui la polizia arrestò una banda che nel 2012 mise a segno diversi omicidi. Ma l’episodio delle ultime ore sarebbe maturato in ambito familiare.

«E’ tornato a casa ubriaco ed ha iniziato a inferire prima sulla compagna. Il piccolo sarebbe intervenuto nella discussione in difesa della mamma. Per sfuggire al patrigno, si è prima rifugiato in cameretta, poi inseguito dall’uomo è corso in cucina. Lì ha preso un coltello e, dopo essere stato raggiunto dal 38enne, lo ha colpito all’addome». È andata così, secondo quanto riferisce Angelo Salvemini legale della famiglia del bambino di sette anni coinvolto nell’omicidio del 38enne pregiudicato di Manfredonia, ucciso questa mattina a coltellate. E’ questa la versione fornita al legale dalla mamma del piccolo e che la stessa avrebbe riferito ai carabinieri (fonte La Stampa).

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24