Calcio: Copa America e Euro 2020 in evidenza


Un’estate all’insegna dello sport questa del 2021, per merito di tre eventi assolutamente da non perdere come la Copa America, Euro 2020 e gli imminenti giochi olimpici di Tokyo 2020. Sia il campionato europeo di calcio che le Olimpiadi dovevano svolgersi durante la scorsa estate, ma si è deciso con un notevole sforzo per la macchina organizzativa di rimandare di un anno le due prestigiose competizioni. Il risultato è che l’Europeo itinerante svolto tra giugno e luglio del 2021 con la fase finale a Londra, allo stadio di Wembley ha rappresentato un ritorno (più o meno) alla normalità, vista la presenza del pubblico presente sugli spalti. La stima per le semifinali è di oltre 50.000 spettatori, cioè il 75% della capienza effettiva per il nuovo impianto di Wembley. Questo dimostra che il calcio internazionale dopo un anno vissuto in modo inusuale, sta lentamente tornando alla normalità.

Le dinamiche relative a questa edizione 2021 per la Copa America

Per quanto riguarda invece il calcio giocato abbiamo visto come quest’anno la Copa America si sia ridotta a una questione tra Brasile e Argentina, con l’Argentina che tenta di sfatare la maledizione della competizione che non vince praticamente da oltre 25 anni. L’ultimo successo per l’Albiceleste risale infatti al 1993, quando l’Argentina superò in finale il Messico, ottenendo il suo 14esimo titolo. È andata meglio al Brasile che invece ha vinto l’ultima edizione del 2019, vincendo il suo nono titolo contro il Perù. Sempre restando in ambito di statistiche è interessante quello che è successo durante questa edizione del campionato europeo. I pronostici oggi misti mostrano come tutte le squadre che durante il calcio d’inizio erano date come favorite hanno deluso le aspettative. In sequenza, Portogallo, Francia, Germania, Belgio, le stesse Croazia e per ultima la Spagna si sono dovute arrendere al loro destino. L’eliminazione più clamorosa resta però quella della Francia, che attualmente è la selezione campione del mondo in carica.

La Francia campione del mondo in carica, tra le delusioni di Euro 2020

La squadra allenata da Deschamps dopo un girone non certo convincente, ma disputato con altre due big come Germania e Portogallo, ha disputato una strana gara per quanto riguarda gli ottavi di finale. Passata subito in svantaggio dopo appena 15 minuti, aveva ribaltato la situazione rimontando la Svizzera, prima pareggiando e poi portandosi su un comodo risultato di 3-1. Le due reti di scarto non sono state però sufficienti, dato che nei minuti finali del secondo tempo la formazione elvetica guidata da Petkovic ha saputo agguantare il pareggio, ribaltando l’inerzia della gara, poi terminata ai calci di rigore. Rigori e tempi supplementari che sono stati fondamentali durante la fase a eliminazione diretta per stabilire le dinamiche delle formazioni in campo. Probabilmente stiamo assistendo a un cambio di guardia in termini di gerarchie per il calcio europeo, mentre quello sudamericano conferma come Argentina, Brasile, ma anche Colombia e Perù siano ancora una volta ai vertici della CONMEBOL. Per il calcio europeo l’unica nazionale che si conferma, tra le prime quattro è stata la Spagna, mentre Italia, Danimarca e Inghilterra hanno risalito la china dopo anni piuttosto deludenti. Tutto questo quando manca poco più di un anno al prossimo mondiale, che verrà disputato in autunno in Qatar durante il 2022. Staremo quindi a vedere chi la spunterà tra le quattro migliori formazioni della CONMEBOL e le meglio classificate per la UEFA.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24