CANISTRO – DOPO BLITZ DEI CARABINIERI, IL SINDACO CHIUDE STRUTTURA DIRETTA DALLA MOGLIE


Il sindaco di Canistro (L’Aquila), Angelo Di Paolo, è costretto a chiudere la struttura ricettiva diretta da sua moglie, Armanda Coco, dopo un blitz compiuto dai carabinieri del Nas di Pescara.

Come riporta il quotidiano “Il Centro”, secondo i militari, il complesso di Canistro gestito dalla donna erogava servizi agli anziani senza avere alcun tipo di autorizzazione a tale scopo.

Da qui il provvedimento firmato da Di Paolo, per anni assessore regionale ai Lavori pubblici, prima di tornare a indossare la dascia tricolore.

La struttura in realtà è un albergo-ristorante e si trova nel centro del paese. Dà assistenza a 22 anziani, come accertato dai carabinieri del Nas.

L’ispezione è avvenuto nell’ambito di un più ampio servizio che ha riguardato le strutture ricettive per anziani in Abruzzo con 9 ispezioni e 3 risultate abusive e perciò chiuse.

“Mio marito è stato obbligato a prendere il provvedimento di chiusura, guai se non fosse stato così”, dichiara al Centro la direttrice Armanda Coco.

Esempio Aureo del sindaco Di Paolo, da prendere come grande Icona per molti Sindaci, che credono che esser Primi Cittadini permette loro di affiancarsi, per comodo o non so per cosa, ad un ente o ad un altro. Molti di loro non sanno che i mandati hanno una scadenza e poi tornano semplici cittadini. 

” Il tempo ascolta chi non trova risposta, e chi trova subito risposta, perchè detta, un giorno sarà sostanza del proprio dettato, dove il maestro avrà un altro nome ” (Cicchetti Ivan)

 

( a cura di Cicchetti Ivan)

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24