Capistrello e Paterno vincono, adesso serve continuità


Abruzzo. Diciassettesima giornata positiva per le due marsicane impegnate nel campionato di Eccellenza: Paterno e Capistrello trovano la vittoria con lo stesso punteggio (2 a 1) e chiudono in positivo il girone di andata, con la rinnovata speranza di trovare maggiore continuità di risultati nel girone di ritorno. In classifica ora, occupano rispettivamente settima ed ottava posizione (distanti di sole 4 lunghezze) ma tra i predecessori la classifica è corta: pensare che tra il 3° ed il 7° posto ci sono squadre raccolte in soli 4 punti.

Se per i nerazzurri i play-off sono l’obiettivo minimo, per i granata sono uno step in più rispetto agli obiettivi stabiliti dalla società nel pre-campionato.

Iniziamo con il Paterno. Mister Lucarelli non ha timore e schiera il tridente d’attacco dei neo-arrivati: Puglia, Aquino, Di Ruocco, mentre a centrocampo figurano Vitale in regia e Albertazzi e Bolzan da mezz’ala. Partono dalla panchina Leccese, Kras e Paris i quali verranno poi tutti utilizzati durante la gara.

Il Paterno sa di dover fare la gara e non disattende. C’è gioco e con esso anche le occasioni, come al minuto 11 quando Aquino trova l’inserimento di Di Ruocco che a tu per tu col portiere firma l’1 a 0. C’è tempo per una traversa colpita da Puglia, prima del pareggio ospite al minuto 22: Antignani riceve palla sulla sinistra e Di Stefano commette l’errore di portarlo verso l’interno e sul destro, il suo piede naturale, permettendogli di trovare un tiro a giro alla Del Piero che si infila sotto l’incrocio opposto.

Il Paterno non molla affatto la presa ed inizia nuovamente a macinare gioco, sfiorando la rete con Albertazzi il quale poi, all’8′, verrà atterrato in area a palla lontana, consentendo a Di Ruocco di firmare dal dischetto la sua doppietta personale.

Qui i nerazzurri hanno diverse occasioni per chiuderla, ma sprecheranno con Aquino, D’Amico e Paris. Resta l’ottima prova dei nerazzurri che hanno trovato il coraggio e la forza di ripartire dopo aver subìto il gol del pareggio. Come dichiarerà il mister a fine gara, “bisogna togliersi la paura della vittoria facile”.

Tabellino: 

PATERNO: Serpietri, Di Rocco, De Iorio, Vitale, Di Stefano, D’Amico, Puglia (28’ st Kras), Albertazzi, Aquino (25’ st Leccese), Bolzan, Di Ruocco (35’ st Paris). A disposizione: Mastropietro, Falcone, Scatena, Colangelo.Allenatore: Lucarelli.

RIVER CHIETI: Napoli, Di Carlo, Di Felice, Marcelli, Feragalli, Dema (1’ st De Marco), Ciarfella (37’ st Cocchini), Barbarossa, Antignani, Di Giovanni (17’ st Criscolo), Scarti. A disposizione: Chiavaroli, Buccella, Del Zotti, Bassi.Allenatore: Miani.

Arbitro: D’Ettorre di Lanciano. Reti: nel pt 11’ Di Ruocco, 22’ Antignani; nel st 8’ Di Ruocco (rig). Note: spettatori 150. Ammoniti: Vitale, Feragalli, Di Rocco, Marcelli. Angoli: 14-4 per il Paterno. Recupero: 0’ pt; 5’ st.

Le immagini e le interviste, realizzate dai colleghi di Antenna 2:

Il Capistrello batte, al Comunale, una delle squadre più in forma del campionato. I Nerostellati di Pratola sono giunti in Valle Roveto per proseguire la striscia positiva che li vedeva in attivo dal 23 ottobre, quando si giocava la nona giornata.

Mister Torti schiera la novità Hati e dà piena fiducia a Mercogliano e Fantauzzi. In avvio i granata sono subito brillanti con un tiro di Fantauzzi deviato in angolo da Meo. Sulla bandierina si presenta De Meis il quale con una bella traiettoria trova la testa di Dario Celli che batte l’incolpevole Meo.

Al quarto d’ora arriva il bis formato Ilario Lepre. Il bomber campano, da vero uomo d’area, raccoglie una palla vagante e la trasforma nel 2 a 0. Qui inizia la partita dei Nerostellati che provano ad imbeccare più volte bomber Palombizio, trovando la sua testa al minuto 37 per il gol del 2 a 1.

Il gol dovrebbe innescare una scintilla negli ospiti, che però non riescono più a creare chissà quali occasioni da gol. Merito va al Capistrello che ha concesso davvero poco ed è stato abile, anzi, a ripartire bene trovando due volte Mercogliano in posizione pericolosa. I tre punti valgono oro e servono ad affrontare con maggiore consapevolezza la prima di ritorno che si giocherà domenica prossima contro il Sambuceto.

Tabellino:

CAPISTRELLO: Cattafesta, Hati, Antonelli, Miocchi, L. De Meis, Celli,Franchi, Mercogliano (35’ st Venditti), Lepre (43’ st Iacobone), E. De Meis, Fantauzzi (13’ st Severoni). A disposizione: Salustri, Salatiello, Paneccasio, Menna.Allenatore: Torti.

NEROSTELLATI PRATOLA: Meo, Giallonardo, Ponticelli, Del Gizzi, Alessandroni, Pacella (23’ st Iacobucci), Moscone (1’ st Cicconi), Vitone, Palombizio, Isotti (27’ st Nanni), Rossi. A disposizione: Marulli, Safon Cavedo, Verrocchi, Valente.Allenatore: Di Marzio.

Arbitro: Ruben Celani di Viterbo. Reti: nel pt 8’ Celli, 16’ Lepre, 37’ Palombizio. Note: spettatori 300. Ammoniti: Lepre, L. De Meis, Isotti, Alessandroni, Vitone, Meo. Angoli: 11-9 per i Nerostellati. Recupero: 1’ pt; 5’ st.

Le immagini e le interviste, realizzate dai colleghi di Antenna 2:

fonte MarsicaSportiva.it

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24