“CHE FARE? QUALCHE RIFLESSIONE SUL VOTO A CARSOLI”


Dal Sig.re Tullio Lucidi di Oricola, riceviamo ed integralmente pubblichiamo questo suo intervento sulle imminenti elezioni amministrative di Carsoli:<<Alla mia veneranda età e non coltivando ambizioni di sorta ho però il previlegio di dire la verità, solo la verità e nient’altro che la verità. Dal mio punto di vista naturalmente. Vi confesso dunque che avrei una certa voglia di togliermi qualche sassolino dalle scarpe nei confronti dell’attuale sindaco uscente di Carsoli, sempre dal punto di vista politico e non personale. Ma essendo vicende del passato, anche se prossimo, voltiamo pagina, non ci schieriamo, ma proviamo a fare un semplice ragionamento senza pregiudizi di sorta. Quando ci sono elezioni amministrative la domanda che ogni elettore ha il diritto e il dovere di farsi è una sola. Sono soddisfatto/a di come una comunità è stata governata in questi cinque ultimi anni o no? Se la risposta è sostanzialmente SI è giusto che l’esperienza amministrativa possa continuare riaffermando in questo caso il Sindaco uscente. Se la risposta  invece è NO allora bisogna voltare pagina, sperare in qualcosa di nuovo, di meglio e di più. Senza farsi abbindolare dalle promesse sul futuro che fanno tutti ma guardando, come San Tommaso, all’esperienza concreta del passato. Senza far caso che, con la scusa delle liste civiche, gli amici sono diventati avversari e viceversa, da tutte le parti. Senza sorridere con un po’ di amarezza, ne convengo, di come ci sia scarsa coerenza tra le idee politiche professate, i partiti di appartenenza, i programmi, i nomi in lista, in un guazzabuglio in cui sembra prevalere la volontà di potere e di comando, di un postarello con relativo stipendiuccio, di visibilità paesana da quattro soldi in cui gli interessi personali, non sempre ma spesso, fanno velo all’interesse generale.  Faccio ancora una domanda e la faccio proprio perché sono un elettore di Oricola e non di Carsoli, del tutto convinto però che, come ci insegna la storia di questo territorio, le due comunità sono legate da un comune destino. Dunque rispondete: in questi anni, con l’amministrazione uscente, il Comune di Carsoli, in quanto comunità più numerosa, ha esercitato o no quel ruolo di guida,  di indirizzo, di unione per tutte le comunità, almeno quelle abruzzesi (Oricola, Rocca di Botte, Pereto) della Piana del Cavaliere ben sapendo che “l’unione fa la forza” o no? Se rispondete SI votate per il Sindaco uscente. Se rispondete NO votate per l’altro candidato e per superare ogni chiusura e municipalismo negativo. E’ diverso nel referendum. Con tutti i dubbi e i problemi con il SI si può cambiare, con il NO tutto rimane com’è. Mentre sul referendum vi dico apertamente, per quello che vale, voterò SI, non vi dico che farei se fossi un elettore di Carsoli che dove decidere per la nuova amministrazione. Ho le idee chiare in merito, ma in fondo sono un gentiluomo>>.

di Tullio Lucidi

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24