Come organizzare un trasloco senza stress


Gestire un trasloco è un’esperienza che può rivelarsi piuttosto stressante, specialmente se si intende farlo in poco tempo. È risaputo, infatti, che organizzare tutto con la massima perizia è un’attività piuttosto complessa, specie se non si ha esperienza. Per questo è fondamentale, specie se non si ha molto tempo a disposizione, rivolgersi ad una ditta specializzata in queste particolari attività come tuttotraslochi.it. Solo in questo modo è possibile svolgere i lavori nel minor tempo possibile e senza stress.

Disfarsi del superfluo

La prima cosa da fare, per organizzare un trasloco in pochi giorni, è quello di organizzare al meglio le proprie cose, scegliendo anche cosa portare con sé e cosa, invece, buttare o regalare. Il trasloco, infatti, è un cambiamento, e ciò significa anche disfarsi di oggetti e complementi d’arredo che ormai hanno fatto il loro tempo. Ci potrebbero essere anche degli arredi talmente malconci che sicuramente si romperebbero durante le attività di trasloco, per questo è meglio lasciarli dove sono. Le opzioni per disfarsi degli oggetti inutili sono molteplici: mettere in vendita quelli che sono in buone condizioni ed hanno valore, buttarli o donarli ad amici, parenti, o a chi ne ha bisogno.

Rivolgersi ad una ditta specializzata

Come sopra anticipato, un consiglio importante per traslocare in breve tempo, è quello di rivolgersi a professionisti. Infatti, se ci si affida alle soluzioni fai-da-te, si rischia di non riuscire a fare tutto in tempo. Come fare per trovare il professionista giusto e in poco tempo? Il trucco è valutare le varie offerte presenti in rete collegandosi direttamente al sito dell’azienda e fare una comparazione dei prezzi.

Il problema del trasloco non è solo come trovare il professionista ma anche, e forse soprattutto, come spostare i mobili, come avere le attrezzature adatte per smontare i mobili più complicati (e rimontarli nella maniera giusta!). In più, è fondamentale conoscere quali sono le tecniche adatte per mettere in sicurezza e trasportare tutti i complementi d’arredo, ed utilizzare il materiale da imballaggio in maniera adeguata.

Imballare ciò che non si utilizza quotidianamente

Se si sa già di dover traslocare, è consigliabile iniziare ad imballare le cose che non si utilizzano tutti i giorni. Ad esempio, si possono riporre negli scatoloni gli abiti e la biancheria da letto estiva se si trasloca in inverno (e viceversa) oppure il servizio di piatti, arrangiando per qualche giorno con piatti e stoviglie usa e getta, o lasciando fuori dai pacchi solo l’occorrente per la famiglia. Si può passare, poi, al guardaroba di stagione: in questo caso, i vestiti vanno riposti nelle valigie, in modo da utilizzarli immediatamente dopo aver raggiunto la nuova abitazione. In alcuni casi, invece, possono essere lasciati appesi direttamente negli armadi, poiché molti traslocatori professionisti hanno dei bauli dotati di asta, che permettono di posizionare i vestiti così come sono messi.

Preparare le scatole

È bene preparare le scatole che dovranno contenere gli oggetti in anticipo. In questo caso, bisogna acquistare delle apposite etichette da applicare su ogni scatola, e scrivere il contenuto. Sarà più facile organizzare poi la fase dell’inscatolamento. Gli oggetti che non si rompono facilmente, possono essere anche posizionati in buste di plastica trasparenti, in modo da essere individuati più facilmente, ed avvolti in asciugamani o strofinacci, così da ridurre gli spazi.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24