CONSIGLIO COMUNALE A TOLLO. ETTORE LEVE (ART1PERTOLLO): DEBITO PER PAGARE PARTE DEI DEBITI


“Nella seduta del Consiglio Comunale del 25.02. abbiamo certificato lo stato di coma delle finanze del nostro comune” ha scritto il consigliere del gruppo Art1 per Tollo, Ettore Leve. “Con i soli voti della maggioranza, abbiamo deliberato il ricorso alla anticipazione di liquidità mediante affidamento alla Cassa Depositi e Prestiti S.p.A.

In parole povere ci indebitiamo per 140.000 € con la Cassa Depositi e Prestiti, ad un tasso dell’1%, per pagare i debiti del ns comune. Debiti risalenti addirittura a due anni orsono e riguardanti la nevicata del 2017. Altri debiti riguardano la ditta che ha realizzato la segnaletica stradale, la ditta che ha eseguito alcuni lavori alla Ex fornace, 12 fatture della cooperativa Pan per circa 40.000 € e n. 3 fatture di ECO.LAN, mesi settembre, ottobre e novembre 2018 per 96.000 €. Sono rimasti fuori e quindi dobbiamo ancora pagare,  altri debiti come, per citare ì più grossi, altre 40.000 Euro circa alla Pan, altre 96.000 alla ECO.LAN, circa 200.000 € alla C.E.I.T, pubblica illuminazione, ed € 543.000 con la BPER. Si è fatto rilevare che per quanto riguarda il pagamento di ECO.LAN, che gestisce la raccolta dei rifiuti, la cittadinanza paga già la TARI, tassa sui rifiuti, che dovrebbe servire per il pagamento di ECO.LAN. Evidentemente i soldi della TARI sono stati incassati e spesi diversamente e non sappiamo come!! Alla fine una domanda sorge spontanea: il sindaco ha affermato e scritto più volte che il comune deve incassare due milioni di euro….! Allora si chiede: un comune che deve incassare due milioni contrae un debito con la Cassa Depositi e Prestiti, per 140.000 ,€ e non paga debiti maturati da oltre due anni? Evidentemente era ed è una delle tante bugie del primo cittadino di Tollo.

Purtroppo cari cittadini”, prosegue il comunicato stampa di Leve,  “abbiamo un comune indebitato, che aumenta le tasse, con un sindaco che percepisce il  massimo dello stipendio, così come gli Assessori, ed al contempo il paese versa in uno stato di abbandono”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24