DELL’OLIO: “COMMERCIALISTI FIGLI DI UN DIO MINORE, NON METTIAMO PIÙ PEZZE AD UN PANNO ORMAI LOGORO “


Riportiamo il post di Valerio Dell’Olio Presidente dell’ordine dei commercialisti di Avezzano:

FIGLI DI UN DIO MINORE


Abbiamo dedicato gli ultimi 4 mesi a lavorare ininterrottamente per garantire a tutte le attività economiche una speranza di ripresa e di sopravvivenza.
Siamo stati in prima linea a fare da calmieri nei confronti di una protesta e di una insofferenza sempre più pressante.
Siamo dovuti rimanere lucidi nel consigliare i nostri clienti su come affrontare gli innumerevoli ed enormi problemi mettendo da parte i nostri.
Abbiamo dovuto sopportare la discriminazione di non vedere riconosciuti i nostri diritti economici così come gli altri operatori economici quasi fossimo, come tutti gli altri professionisti, un mondo a parte.
Abbiamo dovuto interpretare e mettere in pratica norme confuse e pasticciate sentendoci dire che erano semplicissime.
Abbiamo dovuto spiegare ai contribuenti annunci propagandistici da chi sembra vivere fuori dalla realtà’.
Oggi più di ieri siamo stati il corpo intermedio tra lo Stato ed i cittadini per quanto di più delicato possa esserci: far pagare le imposte.
Dopo tutto questo ci viene negato di poter svolgere con un minimo di respiro il nostro lavoro come se le nostre istanze fossero strumentali e le esigenze della professione e dei cittadini non fossero reali.
Amiamo il nostro Paese ma il mio timore è che qualcosa si rompa definitivamente, abbiamo superato il limite da un pezzo e, con la serietà che ci contraddistingue ma con fermezza, non saremo
più disposti a mettere “pezze”…. ad un panno ormai logoro.
Sappiatelo.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24