Edificio inagibile, Comune di Pizzoli costretto al trasloco


Dopo il sisma del 24 agosto che ha colpito il Centro Italia, anche il piccolo Comune di Pizzoli ha subito gli effetti negativi. Un sopralluogo alla sede comunale infatti ha evidenziato l’inagibilità della struttura, classificazione B, con lesioni strutturali ad alcuni muri portanti. Così tutti gli uffici sono costretti a traslocare, temporaneamente, per permettere ai lavori di rimettere a posto la struttura. Immediatamente dopo il sisma, tutto venne portato nella scuola elementare dell’istituto comprensivo “Don Milani”, la struttura del paese più sicura dal punto di vista antisismico, nel quale dopo il terremoto è stato immediatamente collocato anche il Coc, Centro operativo comunale.

Da lunedì tutti gli uffici, che già oggi cominciano a riaprire al pubblico dopo un paio di giorni di stop, torneranno del tutto operativi all’interno di due appartamenti in un palazzo privato, in attesa di tornare alla sede centrale.

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24