I SINDACI E LORO DELEGATI DELLA MARSICA, VALLE PELIGNA, VALLE ROVETO E CARSEOLANO A CELANO PER DISCUTERE DELLA ZES


L’ammodernamento di infrastrutture, della logistica e dei relativi servizi è l’unico motore che potrà attrarre in Abruzzo nuovi investimenti per lo sviluppo. L’opportunità ci viene offerta ora dalla Commissione europea che sta procedendo a una revisione globale del Trans european network Transport (Ten T).  L’Abruzzo non può permettersi di perdere il treno dei finanziamenti e degli investimenti legati al progetto UE delle Reti transeuropee di trasporto Ten T proponendo una candidatura che poggi sui forti elementi della trasversalità della ZES per la creazione di un’unica governance dei due scali portuali Tirreno-Adriatici che deve essere subito formalizzata.

La creazione del corridoio Tirreno-Adriatico, passando per l’Abruzzo, fino alla croata Ploce, permetterebbe alla nostra Regione di essere il crocevia di un sistema logistico internazionale e a Roma di ottenere un nuovo sbocco sull’Adriatico, facendo di Ortona e Pescara la finestra della Capitale verso l’Est europeo per agganciarsi anche alla nuova Via della Seta. In questo modo tutto l’Abruzzo sarebbe partecipe di questa nuova corrente di crescita, che potrà garantire alla regione e soprattutto alle aree interne  una nuova stagione di sviluppo considerando le nuove sfide economiche, politiche, tecnologiche che si affacciano nei prossimi anni.

Ciò che sosteniamo è stato già ben compreso dalle parti sociali, dalle associazioni d’imprenditori e da molti sindaci con cui abbiamo avuto modo di confrontarci in queste settimane – soprattutto delle aree interne – che oggi soffrono per un cronico e quasi irreversibile ritardo infrastrutturali e che attendono politiche concrete e lungimiranti per uno sviluppo strutturale, in grado di colmare il gap ormai ventennale che divide i territori interni dell’Abruzzo dal resto della regione e in generale dell’ Abruzzo dall’Italia centro settentrionale..

I sindaci sono desiderosi e vogliono partecipare ad un confronto serio per sostenere in modo coeso e costruttivo questo progetto di sviluppo territoriale, che è l’unico vero piano per la crescita della nostra regione.

Solo così, per agganciarci a un dibattito attuale, il potenziamento  della linea ferroviaria Roma-Avezzano-Sulmona-Chieti-Pescara, non resterebbe solo una chimera o materia di conversazione accademica.

 Pertanto, i sindaci della aree interne intendono promuovere un’azione propulsiva per mettere in rete i territori abruzzesi con quelli laziali, anche per favorire un dialogo strutturato in un’area di sensibilizzazione istituzionale al fine di sostenere con forza la strategia della trasversalità. Solo così si potrà  giocare con determinazione e tutti insieme questa fondamentale partita per il futuro dell’Abruzzo ed in particolare per le aree interne.

A tal fine i sindaci rappresentanti della Valle Peligna, della Marsica, della Valle Roveto e del Carseolano,  riunitisi a Celano nel corso di una riunione hanno deciso di creare un comitato che possa sostenere le iniziative del territorio tese a promuovere il progetto di trasversalità presso i tavoli regionali, nazionali ed europei.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24