La storia della Roulette


I termini francesi che rimandano immediatamente alla Roulette sono: Rouge/noir, pair/impair, passe/manque. La roulette è uno dei giochi d’azzardo più conosciuti al mondo, amato anche dai bambini nella sua edizione domestica.

La roulette, della quale esistono più versioni (la più famosa è la roulette francese), rappresenta anche un’immagine iconica, con il croupier che gira la ruota. Sempre il croupier lancia la pallina che corre lungo la ghiera numerata, per poi annunciare poi il numero vincente.

La bellezza del gioco della Roulette sta nella grande varietà di scelta che hanno i giocatori per fare “il loro gioco”. Nei casinò i giocatori possono puntare sul colore, sul pari o sul dispari, oppure sui gruppi dei primi 18 numeri o dei secondi 18, sulle coppie di numeri oppure su quattro numeri ravvicinati. Ma la vincita maggiore alla roulette si ottiene puntando sul numero singolo.

Ma scopriamo insieme la storia della Roulette!

Quando e come è nata la Roulette

La roulette, come si capisce anche dal suo nome, fu inventata, nel 18° secolo in Francia, un Paese che è la patria anche di numerosi altri giochi d’azzardo. Per questo motivo la prima roulette è conosciuta anche con il nome di roulette francese (poi nel corso degli anni sono nate altre versioni leggermente differenti).

Sembra che la roulette sia stata creata come un passatempo che potesse coinvolgere contemporaneamente un gran numero di giocatori. In quel periodo andavano per la maggiore i giochi di carte e si stavano diffondendo le scommesse. Con la roulette si riuscì ad incrementare non solo il numero dei giocatori, ma anche il rischio e i premi messi in palio.

Le prime roulette furono usate dai nobili francesi e inizialmente prevedeva 37 caselle, visto che oltre ai numeri dall’1 al 36, altre due caselle con lo zero ed il doppio zero, entrambe di colore verde. Solo nel 1843, ad opera di due fratelli francesi, Louis e Francois Blanc, venne introdotta la ruota con un solo zero, aumentando in questo modo le possibilità di vincita dei partecipanti e attraendo più giocatori.

La versione americana della roulette, prevedeva 28 numeri, l’aquila americana, che rappresentava la vincita del banco, lo zero ed il doppio zero, ma questa soluzione fu ben presto modificata togliendo l’aquila americana.

La Roulette nei Casinò e nelle bische

Nel 20° secolo giocare legalmente alla roulette era ancora difficile e per farlo, per chi non poteva frequentare il Casinò di Montecarlo oppure quelli di Las Vegas, era necessario ricorrere alle bische clandestine.

Mentre a Montecarlo veniva utilizzata la roulette francese, nella città del Nevada si giocava con la sua versione americana che proponeva anche il doppio zero.

Con la diffusione dei Casinò legali, dove si svolgevano anche molti giochi di carte, giocare alla roulette divenne più facile.

La Roulette

Seppur differenti, le due versioni della roulette hanno la stessa sequenza dei numeri, con quelli che vanno da 1 a 10 e da 19 a 28, che hanno il fondo nero per i numeri pari e rosso per i dispari, mentre le serie 11 a 18 e da 29 a 36, i numeri pari sono rossi e quelli dispari sono neri.

I giocatori hanno un’ampia scelta sulle puntate, con i numeri che sul tappeto verde sono posti in 3 colonne di 12. Le puntate sui numeri sono dette “interne”, e possono essere fatte sul numero singolo, sul “cavallo” (ossia due numeri adiacenti), la “terzina” il “carré” ed altri. Per effettuare la puntata si piazzano le fiches nel modo stabilito.

Le puntate dei giocatori danno luogo a vincite rapportate alle probabilità di uscita del numero o dei numeri selezionati, con quella singola che ovviamente porta il maggior guadagno. I giocatori per cercare di compensare le giocate interne usano anche puntate sul rosso/nero, pari/dispari, passe/manque, che comportano una vincita pari alla puntata.

L’avvento del digitale e dei Casinò online

Negli ultimi anni molti casinò si sono dotati di roulette 3D, mentre l’avvento del web e dei Casinò online ha portato anche alla nascita di varie versioni della roulette online 3D, che offrono agli utenti grafiche molto interessanti ed accattivanti.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24