MARSICA. ARRESTI TRA AMMINISTRATORI E POLITICI: OPERAZIONE “MASTER LIST”


7 arresti, terremoto nel mondo politico ed imprenditoriale abruzzese per i tanti esponenti coinvolti nell’operazione denominata “Master list”. I provvedimenti del gip del tribunale di Avezzano, Francesca Proietti, sono stati eseguiti questa mattina all’alba. 

A finire agli arresti domiciliari: l’amministratore delegato del CAM (Consorzio Acquedottistico Marsicano), Giuseppe Venturini, il Consigliere Comunale di maggioranza del comune di Canistro Paolo Di Pietro, già ex vice sindaco con delega ai lavori pubblici, il Sindaco di Casacanditella (CH)  Giuseppe D’Angelo, l’imprenditore Emiliano Pompa di Montorio al Vomano, l’imprenditore Antonio Ruggeri di Avezzano,  il responsabile unico del procedimento al Comune di Campotosto  Antonio Ranieri dell’Aquila e l’imprenditore Sergio Giancaterino di Penne.

I 7 sono accusati a vario titolo di mazzette, appalti, gare truccate, favori agli amici degli amici.

A coordinare l’inchiesta, che rappresenta un filone di una vicenda ben più ampia che coinvolge anche diversi politici abruzzesi i sostituti procuratori Roberto Savelli e Maurizio Maria Cerrato.

Un sistema di Mazzette atto ad per oliare meccanismi di corruzione ben collaudati e soprattutto appalti da spartire in mezza Regione.

 Nelle prossime ore verranno dati maggiori dettagli.

L’amministratore del CAM, Giuseppe Venturini

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24