Meteo. La settimana inizia con l’instabilità pomeridiana e il bel tempo in area adriatica. Probabile prima ondata di caldo nel week-end


Meteo. Sarà una giornata di lunedì caratterizzata dall’instabilità pomeridiana sui rilievi appenninici e sub-appenninici del Centro-Sud che si spingerà fino alle ore serali della giornata. In effetti, successivamente al miglioramento della giornata di domenica, ci sarà di nuovo lo sviluppo di nubi cumuliformi al ridosso dei rilievi a causa del riscaldamento diurno e dell’umidità presente nei bassi strati o in ristagno che consentirà l’ascesa delle termiche, tuttavia in successiva risalita tramite le correnti ascensionali che costituiranno i moti convettivi. Il calore latente di condensazione dovuto all’espansione delle masse d’aria favorirà l’espansione delle masse d’aria calda e umida in loco permettendo l’origine di nubi cumulonembi con associati rovesci di pioggia o temporali di calore sulle nostre zone interne appenniniche abruzzesi, laziali e molisane nonché, merito le correnti in quota portarti in accelerazione locali sconfinamenti fino alle aree limitrofe, accompagnando anche raffiche di vento discensionali o di downburst. Mentre al mattino sarà bel tempo e il riscaldamento tardo-mattutino e diurno farà sì che ci sia l’origine di nubi cumuliformi ad evoluzione diurna al ridosso delle nostre montagne, il fresco trasportato verso il basso garantirà una maggiore escursione termica con temperature minime più basse rispetto alle massime e un clima più fresco di notte e al primo mattino. Il corso di questa settimana vedrà un miglioramento delle condizioni meteorologiche nella giornata di martedì, mentre mercoledì e giovedì tornerà un po’ di instabilità atmosferica pomeridiana e quindi qualche temporale di calore pomeridiano nelle zone interne, tutto a causa delle infiltrazioni fresche e instabili in quota provenienti da una perturbazione atlantica che, verso metà settimana, interesserà tutto il Centro-Nord dando luogo a condizioni meteorologiche variabili e a tratti piovose e la possibilità che si presentino molto perturbate. Nel fine settimana e all’inizio della prossima settimana ci sarà un netto miglioramento e potrebbe esserci, invece, un’ondata di caldo di origine nord-africana. Dunque la prima onda di calore pienamente estiva con un’impennata della colonnina di mercurio specie nei valori massimi, ma anche nei valori minimi. L’Anticiclone nord-africano, infatti, si estenderà fino al cuore dell’Europa e sui ranghi mediterranei favorendo la subsidenza atmosferica grazie al riscaldamento a tutte le quote dovuto sia all’arrivo in senso orizzontale d’aria calda di estrazione subtropicale che dall’alta pressione presente solo in quota. La massa d’aria molto calda di estrazione tropicale-continentale farà fare veramente caldo in Italia e su gran parte dell’Europa. Diciamo che, quest’anno, l’Estate astronomica entrerà in questo modo in coincidenza con il Solstizio d’Estate, il quale quest’anno entrerà il 21 Giugno 2021, nonché dalla superficie marina del Mare Nostrum e dei suoi vaccini essa potrebbe attecchire tanta umidità dal basso a causa della bassa agitazione molecolare alla sua leggerezza oltre a sollevare un discreto quantitativo di polvere sahariana in sospensione nella Troposfera, per via del diametro inferiore al micron di questi ultimi granelli di sabbia molto fine. L’Estate però come tutte le stagioni estive o com’è tipico di queste ultime potrebbe essere caratterizzata anche da fasi più fresche e instabili o temporalesche anche più forti al primo passaggio di un fronte freddo nord/atlantico quest’anno comunque attivo soprattutto dalla Spagna, dalla Francia e dalle Isole Britanniche, non si escluderebbero passeggere, ma repentine passate fresche anche dal comparto scandivano. Ne torneremo a parlare nei prossimi aggiornamenti, intanto, dopo qualche temporale di calore anche forte solo sulle aree interne e al Nord, potremmo goderci il primo caldo estivo dal 19/20, giorni dall’avvento della stagione astronomica.

Grazie e al prossimo aggiornamento meteo.

rc 

Commenti Facebook

About Riccardo Cicchetti

Riccardo Cicchetti
Riccardo Cicchetti è nato ad Avezzano il 24/06/1994 e si appassiona di giornalismo e di Meteorologia. Ha iniziato il suo percorso all’Università degli Studi dell’Aquila e si è laureato in Filosofia e Teoria dei Processi Comunicativi. A partire da Maggio 2016 ha avviato la sua collaborazione con il quotidiano online Ilfaro24 come giornalista meteorologico principiante e divulgatore scientifico.