PROSEGUONO I SERVIZI COORDINATI INTERFORZE NEL CENTRO CITTADINO A L’AQUILA


Nella serata di ieri è stato effettuato nel centro storico di L’Aquila un ulteriore servizio interforze, con l’impiego coordinato di personale in uniforme e in abiti civili della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri,  finalizzato a prevenire e contrastare taluni fenomeni di degrado, disturbo ed esuberanza comportamentale che, nelle scorse settimane, hanno fatto registrare anche dei litigi per futili motivi tra giovanissimi frequentatori dei luoghi della “movida”.

Nel corso dell’attività, le Forze di Polizia  hanno perlustrato le vie del centro, identificato selettivamente 48 persone e dato l’occorrente supporto a funzionari dell’A.S.L. di L’Aquila e della S.I.A.E. che, contemporaneamente, come concordato in sede di tavolo tecnico inter-istituzionale attivato presso la Questura, hanno effettuato, ciascuno per la parte di competenza, accurati controlli in 5 esercizi pubblici.

L’A.S.L. di L’Aquila ha riscontrato la non corretta applicazione delle norme sanitarie  nei confronti di due locali, per uno dei quali è stata disposta anche l’immediata chiusura.

La S.I.A.E., infine, ha rilevato irregolarità in materia di diritti d’autore in due locali.

Altri servizi straordinari sono in programma per le prossime settimane, in aggiunta ai servizi di controllo del territorio quotidianamente attuati dalle Forze di Polizia dei quali è stata disposta l’intensificazione.

            Inoltre, nella mattinata di ieri 18 luglio, la Polizia di Stato  ha tratto in arresto A.A., 39enne di nazionalità macedone,  destinatario di un ordine di cattura internazionale.

  In particolare, nel corso del servizio di controllo del territorio in una zona periferica della città, il  personale della Squadra Volante  notava un pedone che, alla vista dell’equipaggio, cercava frettolosamente di defilarsi.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24