SANTA BARBARA, TRA TRADIZIONE E SICUREZZA


CHIETI – Come da tradizione il 4 dicembre, presso la sede centrale del Comando di Chieti, si sono svolte le celebrazioni in onore di Santa Barbara, patrona dei Vigili del fuoco. Dopo l’accoglienza delle Autorità e di quattro classi della scuola primaria della provincia, il Prefetto Antonio Corona, accompagnato dal Comandante Mauro Malizia, ha passato in rassegna i reparti operativi ed ha deposto una corona di alloro in memoria dei Vigili del fuoco caduti in servizio. La fase iniziale della cerimonia si è chiusa con una manovra SAF di stendimento dall’alto di un tricolore sulla facciata principale della sede, accompagnata dalle note dell’inno di Mameli eseguito dalla Mini Banda dell’Associazione Nazionale dei Vigili del fuoco – Sezione di Chieti. Successivamente, l’Arcivescovo Metropolita di Chieti-Vasto, Monsignor Bruno Forte, ha presieduto la Santa Messa, al termine della quale il Comandante Malizia ha salutato i convenuti illustrando l’attività istituzionale svolta dai Vigili del fuoco di Chieti nel corso dell’anno. A margine della cerimonia, il Prefetto ha consegnato le benemerenze concesse al personale in servizio nel Comando di Chieti, con particolare riguardo ad un elogio del Capo del Corpo Nazionale per un Capo squadra che nel luglio scorso, libero dal servizio, ha compiuto un salvataggio di una donna in imminente pericolo di vita su un viadotto.

Nell’ambito delle numerose iniziative dei Vigili del fuoco di Chieti per la promozione e la diffusione della cultura della sicurezza, la festa si è conclusa all’insegna dei bambini che hanno potuto vivere per un giorno l’emozione di essere un pompiere in azione per soccorrere le persone in pericolo. Circa 100 bambini delle scuole primarie di Chieti, Bucchianico e Ari, dopo aver indossato divisa ed elmetto e superato un percorso ad ostacoli, hanno raggiunto una casetta in fiamme provando a spegnere l’incendio con un idrante.

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24