SECONDA SCONFITTA IN TRE GARE: CONTRO IL SAN GREGORIO IL PUCETTA DEVE ARRENDERSI A DAVIDE MAZZAFERRO


Giornata fredda e ventosa ad Antrosano dove il Pucetta gioca forse la miglior partita del campionato delle tre giornate giocate sinora, eppure, come contro l’Amiternina di Anaya Ruiz, i gialloblù si devono arrendere anche questa volta al talento di un solo calciatore, quel Davide Mazzaferro che, con il suo ingresso ha letteralmente ribaltato la gara. Mister Corrado Giannini conferma l’undici di Scoppito con l’unica eccezione di capitan Paolini a prendere il posto in mezzo al campo al posto dell’infortunato Liberati. In porta Colella protetto dalla linea a tre composta da Castellani, Idrofano e Di Stefano. Sulle fasce Ippoliti a destra e Tavani a sinistra. In mezzo al campo Paolini e Marianella con Mercogliano dietro Nazzicone e Crescimbeni. Risponde Pierpaolo Rotili con un 4-4-2 composto da Porrini tra i pali, Marchetti, Ricci, Tinari e Camara a comporre la linea di difesa, a centrocampo Mohammed, Nanni, Fonti e Solomakha, in attacco Arciprete e Lenart.

Parte bene il Pucetta che si fa vedere già al 2′ con Mercogliano su punizione, ma il suo arcobaleno sorvola la porta difesa da Porrini. Un minuto dopo Crescimbeni supera Ricci e da posizione defilata di sinistro riesce a sorprendere un non irreprensibile Porrini. Primo gol in gialloblù per l’ex Tagliacozzo che viene festeggiato dai compagni e dalla panchina. Prova a reagire il San Gregorio al 6′ con Nanni che dalla sinistra crossa al centro, Di Stefano allontana, ma Lenart al volo trova un Colella pronto a neutralizzare la volée. Il Pucetta gioca con fiducia e si vede come Mercogliano tenta con sicurezza giocate interessanti, come quando prova a cercare in profondità Ippoliti con un filtrante bellissimo che per poco non viene raccolto dal laterale destro. I nerazzurri dal canto loro si fanno più intraprendenti e al 23′ Ricci di testa, il suo pezzo forte, non riesce a deviare il pallone di quel tanto che serve per farlo andare a segno, andando a sfiorare il palo alla destra della porta difesa da Colella.

Come sette giorni fa a Scoppito, Giannini è costretto a dover rinunciare a Castellani per lo stesso problema muscolare, così al 27′ entra Di Marco al suo posto. Gli ospiti spingono e Lenart non trova l’accorrente Solomakha solo per il grande recupero di Marianella che devia il pallone in angolo. Dall’angolo che ne segue al 31′ è ancora Ricci di testa ad impensierire Colella che, per non rischiare, devia il pallone diretto sotto la traversa in angolo. Due minuti dopo azione insistita del Pucetta: Mercogliano recupera palla a centrocampo e si invola verso Porrini, cede palla a Nazzicone che, dalla mattonella di Crescimbeni tenta il diagonale, ma questa volta Porrini dice no. L’azione prosegue con Nazzicone che cerca Marianella, il tiro di quest’ultimo è deviato e arriva sulla destra ad Ippoliti che non trova lo spazio per il cross, ma la sfera viene recuperata da Mercogliano con un tackle deciso, ma il tiro seguente del dieci gialloblù trova soltanto l’angolo. Sul corner seguente Nazzicone si ritrova il pallone tra i piedi, ma non ha la prontezza di scaraventarlo in rete, con il suo rasoterra che viene deviato dalla difesa nerazzurra. Nel prosieguo dell’azione, la sfera giunge a Tavani che va al tiro, ma non è chiaro se Arciprete devia il tiro con un braccio o con la gamba, anche se è molto più probabile che sia corretta la decisione arbitrale. Al 34′ Lenart dalla sinistra serve l’accorrente Nanni, ma il suo sinistro di prima viene deviato da Idrofano. Il finale del primo tempo è di marca ospite con Marchetti che al 43′ dalla distanza impegna Colella in una parata a terra. Al 45’Lenart riceve palla da Tinari e con un rasoterra impegna Colella ad un intervento alla Garella. Sul finale di prima frazione l’arbitro Battistini della sezione di Lanciano, dopo aver fatto ripetere una rimessa laterale ad Ippoliti senza apparente motivo, decreta la fine del primo tempo proprio mentre Mercogliano riesce a servire Crescimbeni lanciato verso Porrini.

Nella ripresa, parte meglio il San Gregorio, mentre l’approccio dei gialloblù è meno incisivo di quello della prima frazione. A scompaginare la gara ci pensa l’ingresso in campo di Davide Mazzaferro, in teoria non al meglio. È così che al 9′ della ripresa Mazzaferro, lasciato un po’ troppo solo, di testa riesce a deviare il pallone che scavalca imparabilmente Colella. Grande esultanza per Mazzaferro che mostra di aver recuperato dall’infortunio. Dunque è pareggio, ma non è finita qui. Al 12′ Mazzaferro entra palla al piede in area, supera Idrofano elude il recupero di Paolini, e trafigge Colella per il sorpasso. Pucetta stordito da questo uno-due del venti nerazzurro, ma comunque riesce a reagire al 14′, quando Di Marco non sfrutta un’uscita errata di Porrini e, con il corpo troppo all’indietro, spedisce il pallone sopra la traversa a porta vuota. Al 18′ è ancora un indemoniato Mazzaferro a creare scompiglio, ma il suo destro dal limite fa solo la barba al palo. Al 21′ è ancora Di Marco ad avere la chance di battere a rete, ma colpisce debolmente di testa e Porrini ha gioco facile. Nazzicone, al 29′, anticipa Camara e di destro batte a rete, ma Porrini è reattivo a chiudere la porta. Due minuti dopo è ancora Mazzaferro a cercare la via della rete, ma questa volta chiede troppo a se stesso ed il suo tiro da posizione defilata finisce sul fondo. Al 32′ è Rampini ad avere la chance del 3 a 1, viene servito da Arciprete dalla linea di fondo, ma il suo rigore in movimento finisce negli spogliatoi di Antrosano. Capovolgimento di fronte e Stornelli, subentrato a Nazzicone, su assist di Ippoliti per poco non copia di testa Mazzaferro, ma la sua conclusione termina non lontano dall’incrocio dei pali. Un giro di lancette e si torna nella metà campo gialloblù con Mazzaferro sulla sinistra che mette al centro un bel pallone per Lenart che colpisce a botta sicura, ma la sua conclusione sfiora il palo. L’ultima emozione la regala, manco a dirlo, Mazzaferro che sempre da posizione defilata, dopo aver saltato Colella, cerca la rete, ma senza successo.

Finisce qui, con il San Gregorio che gongola per un Mazzaferro di categoria superiore, mentre il Pucetta si lecca le ferite. Non è tutto da buttare per la squadra di mister Giannini, ma occorre fare uno scatto mentale per cercare di invertire la rotta.

Per vedere gli highlights della gara, clicca qui.

Tabellino Pucetta – San Gregorio: 1-2

Pucetta: Colella, Ippoliti, Di Stefano (88′ Paris), Marianella (84′ Pascucci), Castellani (27′ Di Marco), Idrofano, Tavani (71′ Murzilli), Paolini, Crescimbeni, Mercogliano, Nazzicone (75′ Stornelli)

A disp. Ranalletta, Fornarola, D’Agostini, Meco.

All. Giannini

San Gregorio: Porrini, Camara, Tinari, Fonti, Ricci, Marchetti, Mohammed (60′ Rampini), Nanni, Arciprete (45’+3′ Montorselli), Lenart, Solomakha (50′ Mazzaferro).

A disp. Di Casimiro, Di Donato, Micantonio, Pelliccione, Bravo o, Mascioni. All. Rotili

Arbitro: Battistini

Ammoniti: Di Stefano, Paolini, Crescimbeni, Nanni, Ricci, Lenart, Porrini

Espulsi: nessuno

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24