Tufo di Carsoli l’arte fatto a paese


Il piccolo Borgo di Tufo, frazione del Comune di Carsoli (Aq), appena 300 abitanti, diviso in 3  (Tufo Alto, Tufo Basso e Villetta), senza il ricorso all’arte ed alla bellezza, sarebbe probabilmente oggi uno dei tanti piccoli paesini italiani semi deserti del territorio montano italiano. Per quei piccoli miracoli della vita e per la saggezza dei suoi abitanti e dei responsabili della locale Pro Loco e dei suoi amministratori, la scelta di trasformare questa piccola frazione in un emblematico museo a cielo aperto.Il tutto è nato dal progetto INTONACI. Il progetto “Intonaci” è nato nel 2016, su iniziativa della Pro Loco di Tufo, proprio con lo scopo di riscoprire la bellezza negli angoli nascosti del proprio territorio, scavando nella storia e nei ricordi della comunità per riportarli alla luce attraverso immagini e colori visibili a tutti. Questa operazione è stata possibile grazie all’impegno ed al lavoro del gruppo degli ARTISTI DELLA VALLE DEL CAVALIERE, che vive ed opera proprio in questa striscia di territorio, la Piana del Cavaliere, a cavallo fra Lazio ed Abruzzo e che comprende tanti piccoli comuni, fra i quali Carsoli e Tufo. Per poter creare e realizzare le loro opere, questo gruppo di artisti ha vissuto e lavorato per settimane a contatto con la Comunità di Tufo, ascoltando le storie ed i racconti degli anziani, i sogni ed i desideri dei bambini e, tenendo conto della storia e delle tradizioni locali, ha trasformato Tufo, in una piccola galleria d’arte a cielo aperto, con interventi artistici quali murales, mosaici, decorazioni, sculture in legno e ferro, vetrate artistiche. Nell’edizione di questo anno al gruppo di artisti si sono aggiunti i ragazzi delle Accademie di Belle Arti di Firenze e Sassari ed alcuni gruppi di giovani abitanti del paese: i ragazzi della “Comunità Passaggi” ed i bambini del gruppo “Cuccioli di Tufo“. Molti i Murales ed altre istallazioni artistiche, che ci parlano dei quotidiani lavori agricoli e delle tradizioni del paese. Opere dedicate al ciclo di vita della terra, la semina, la raccolta, la macinazione del grano.Questo progetto ci fa riscoprire  storie di transumanza, quando i pastori dagli altopiani d’Abruzzo passavano per il paese per riportare verso Roma le greggi, e presentano agli occhi di noi moderni quei maestri artigiani che “servivano” il paese ed i suoi abitanti con l’arte delle loro mani: il maniscalco, il fabbro.

” assolto su un monte resta Tufo, tra castagni e canti di venti che lo rendono tetro, nascosto. Tra le nubi alte si alza un sole, fatto di arte e colore, che del cupo rende ardore. Sommo paese, rinasci tra le arti è resta come d’incanto fantastico, tra brame e fantasie si osserva il tuo nuovo splendore, incanto d’incantesimo fatato ” Cicchetti Ivan

 

( a cura di Cicchetti Ivan)

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24