VIOLENZE IN FAMIGLIA, SI APRONO LE PORTE DEL CARCERE PER UN QUARANTOTTENNE DI SCAFA


 

Nella serata di ieri carabinieri della Stazione di Scafa hanno tratto in arresto in esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale presso Corte d’ Appello di L’ Aquila, A.F. quarantottenne di  Scafa che deve scontare 8 anni di reclusione per i reati di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia.

Per dieci anni,  aveva usato violenza nei confronti dei familiari, abusando della figlia sin da quando aveva otto anni. A far cessare le continue vessazioni era stata la moglie la quale, a seguito dell’ennesime violenza,  ha chiesto l’intervento dei carabinieri presso la sua abitazione svelando ai militari le innumerevoli sevizie che da tempo lei e la figlia subivano.

Nei giorni seguenti anche la figlia aveva denunciato il padre confermando quanto riferito dalla madre. Le successive indagini condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia carabinieri di Popoli hanno permesso di ricostruire tutte le violenze e gli abusi commessi da  A.F., il quale è stato arrestato nel giugno 2015 e condannato a dieci anni di reclusione in primo grado.

Nel corso della successiva vicenda giudiziaria A.F. è stato scarcerato sino a ieri, quando a seguito  a seguito di pronuncia della Suprema Corte di Cassazione è stato condannato definitivamente a otto anni reclusione. I carabinieri di Scafa ieri lo hanno prelevato dalla sua abitazione è portato nel  Carcere di Pescara.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24