ALBA ADRIATICA – CHIETI F.C. 0 – 4 – Sesta vittoria esterna!poker neroverde sull’Alba Adriatica!


 

 

Il Chieti F.C. espugna il “Tommolini” di Martinsicuro e conquista la sesta vittoria esterna lontano dall’Angelini. Il poker di reti servito all’Alba Adriatica chiude una settimana travagliata in casa Teatina e rilancia la compagine del Presidente Giulio Trevisan in piena zona play off al quarto posto. Altra notizia positiva di giornata è la caduta della capolista Giulianova nel big match con il Paterno. Tre punti rosicchiati che riaprono, di fatto, la corsa al primo posto, ora distante cinque lunghezze.

Prestazione di carattere e personalità per tutto il collettivo che mette in ghiaccio l’incontro già nella prima frazione grazie alle reti del Capitano Lalli su calcio di rigore, Selvallegra e Catalli. Nella ripresa De Fabritiis arrotonda il risultato sul definitivo 0 – 4.

Giornata invernale e piovosa sul sintetico del “Tommolini”.

Buona la rappresentanza neroverde sugli spalti.

Mister Simone Di Martino (secondo dell’ex tecnico Aielli), in panchina, ha condotto tutti gli allenamenti in settimana. In tribuna, il nuovo tecnico neroverde Umberto Marino che inizierà la sua avventura domani.

Teatini in campo con la novità del fuoriquota Salvatore tra i pali, Sassarini, Bordoni e Simonetti al centro del campo a supporto del tandem d’attacco composto dal duo Catalli e Lalli. Bene gli under Leone, Giannini e Selvallegra. Ottimo lavoro degli esterni De Fabritiis e Ricci che hanno dato qualità alla manovra anche in fase di non possesso.

Di contro l’Alba Adriatica allenata da D’Eugenio è apparsa lontana parente di quella vista alla prima giornata all’Angelini quando vinse con un netto 0 – 3.

La prima occasione è firmata da Catalli che scalda i guanti di Spinelli con un tiro centrale.

Risponde dal lato opposto Emili per l’Alba Adriatica ma la palla termina alta.

Al 16’ l’episodio che spiana la strada al Chieti verso la vittoria: triangolazione Bordoni – Lalli all’interno dell’area di rigore, il Capitano viene atterrato da un difensore locale. Il fischietto rosa Di Sante non può far altro che indicare il dischetto.

Dagli undici metri Lalli, di potenza, realizza il decimo centro stagionale con la maglia neroverde e batte Spinelli per lo 0 a 1. Il Capitano, insieme alla squadra, corre verso la panchina per abbracciare tutti i compagni e Di Martino.

Il gol sblocca ancora di più il Chieti che continua a dominare la scena. L’Alba Adriatica è frastornata, rischia la capitolazione per la seconda volta su cross dell’ottimo Sassarini per Bordoni che manca per un soffio l’impatto sulla sfera.

Al 26’ unico brivido per i tifosi neroverdi su una punizione calciata da Veccia dal limite dell’area di rigore che si stampa sul palo alla destra di Salvatore.

Ancora Chieti protagonista al 35’: Lalli serve Selvallegra che si ritrova solo davanti a Spinelli e deposita la sfera in rete per lo 0 – 2.

L’Alba Adriatica continua a sbandare in campo non riuscendo a contenere le sortite offensive dei neroverdi che fanno tris al 41’ grazie ad un errore della difesa Albense che perde palla sulla tre quarti di campo, ne viene fuori un assist d’oro per Catalli che vede fuori dai pali Spinelli e lo punisce con un delizioso pallonetto.

Si va al riposo con il Chieti avanti meritatamente per 0 – 3.

La ripresa delle ostilità si apre con la bella occasione si Giorgi che di piatto sciupa un gol quasi fatto.

Il Chieti controlla agevolmente senza subire pericoli, ma ogni volta che i neroverdi si affacciano nella metà campo ospite creano tanti pericoli alla difesa locale prima con Selvallegra e successivamente con Lalli che prova la sorpresa in girata sul bel cross di Ricci.

Al 60’ altro tentativo di Veccia su punizione palla in out.

Catalli prova a fare il bis personale dalla distanza, prima di lasciare la scena al nuovo arrivato Margarita, questa volta Spinelli è bravo a negare la doppietta al talentuoso numero dieci. Su corner successivo, al minuto 74’, Catalli serve in modo magistrale De Fabritiis appostato sul secondo palo e di testa da zero metri realizza il poker neroverde.

Risultato acquisito e partita si trascina via senza sussulti. Da segnalare l’esordio del difensore centrale Di Sabatino, entrato in campo negli ultimi cinque minuti di partita. Nell’Alba Adriatica entra anche  Njambè arrivato nel mercato invernale.

Il Chieti dopo cinque minuti di recupero può alzare le braccia al cielo per festeggiare una vittoria che da morale e sicurezza a tutto l’ambiente e lancia Lalli e compagni a 32 punti al quarto posto, in attesa del Marino 2.0 che prenderà il via domani mattina.

Giovedì 21 alle 14:30 si torna in campo prima delle festività Natalizie. All’Angelini arriverà lo Spoltore, sesto in classifica a 30 punti,  allenato dall’ex Donato Ronci che oggi ha perso in casa per 0-1 con il Capistrello.

IL TABELLINO

ALBA ADRIATICA – CHIETI F.C. 0 – 4 (0 – 3)

Reti: 16’pt Lalli su rigore, 35’pt Selvallegra, 41’pt Catalli, 74’st De Fabritiis

ALBA ADRIATICA: Spinelli, Giorgi(70’st Njambe), Picone, Veccia, Di Nicola, Sacchetti(54’st Schiavoni), Emili, Foglia(78’st Passamonti), Miani, Di Sante, Florimbj

A disposizione: Santomo, Iuvalò, Schiavoni, Passamonti, Pantoni, Di Egidio, Njambè.

Allenatore: D’Eugenio

CHIETI F.C.: Salvatore, Ricci(43’st Di Sabatino), Bordoni, Lalli, Catalli(75’st Margarita), Selvallegra(80’st Fruci), Giannini, Sassarini, De Fabritiis, Simonetti(78’ Comparelli)

A disposizione: Carità, Calderaro, Ferrante.

Allenatore: Di Martino

Ammoniti: De Fabritiis, Ricci, Sassarini, Sacchetti

Recupero: 1’pt e 5’st

Arbitro: Claudia Di Sante Marolli di Pescara (Caporali di Pescara e Mancini di Avezzano)

AREA COMUNICAZIONE CHIETI F.C. 1922

   UFFICIO STAMPA – STEFANO AQUILA

 

 

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

Meteo. Mar Mediterraneo e bacini orientali più caldi della media. Probabili conseguenze sull’intensificazione dei fenomeni atmosferici

Meteo. L’Adriatico più caldo della norma: lo testimoniano anche gli episodi atmosferici estremi stagionali in …