Celano. Risvolti sulla lite sfociata in un accoltellamento


È scoppiata sabato sera, verso le 19.30, in centro a Celano, una lite tra due uomini di nazionalità marocchina.
Lo scontro, accesosi dinanzi al Comune, nella centralissima Piazza IV Novembre, è degenerato con il ferimento di uno dei litiganti, che è stato accoltellato da cucina ad un braccio dal suo connazionale.
Il giovane si è accasciato a terra, perdendo molto sangue mentre l’aggressore si è dato immediatamente alla fuga.
Sul posto sono giunti gli operatori del 118 ed i Carabinieri della locale Stazione con il luogotenente Pietro Finanza insieme con altre pattuglie arrivate dai centri limitrofi, i quali hanno iniziato le ricerche del fuggitivo, che intanto si era allontanato dal luogo dell’aggressione, lasciando il coltello piantato dentro un aiola. I militari comunque non ci hanno messo molto a trovare il responsabile identificato in un ragazzo marocchino di 21anni a loro già noto. Si tratta di M.K. conosciuto come Frank, i carabinieri lo hanno rintracciato a Cerchio dove si era rifugiato dopo l’aggressione al suo connazionale. L’altro marocchino invece AE. L. di 26 anni è stato portato subito al pronto soccorso dello spedale di Avezzano dove i medici gli hanno praticato alcuni punti di sutura al braccio. L’uomo nonostante abbia perso molto sangue non corre pericolo di vita.
Un episodio gravissimo quello che si è verificato nella piazza centrale della Cittadina marsicana, i due ragazzi di origine magrebina stavano infatti litigando anche in maniera vistosa, da oltre un’ora, l’aggressione con il coltello poi, è avvenuta sotto gli occhi attoniti di tantissimi giovani e giovanissimi che stavano passeggiando per le strade del centro godendosi, fino a quel momento, una tranquilla serata. Un fatto che ripropone, ancora una volta, il problema sicurezza in città.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24