Cementir Italia, c’è uno spiraglio di luce per gli 11 dipendenti licenziati


L’Aquila. Si è svolta ieri, giovedì 28 ottobre, presso il Tribunale de L’Aquila, la prima udienza a seguito del ricorso da parte degli ex dipendenti della Cementir Italia, rimasti senza lavoro dopo il licenziamento collettivo operato dall’azienda e che ha visto, nel solo stabilimento di Cagnano Amiterno, l’esubero di 17 unità. Dopo la decisione iniziale dell’azienda, grazie alla moderazione portata avanti dalla Filca Cisl de L’Aquila, 6 dipendenti sono stati ricollocati mentre altri 11 sono in mobilità ed aspettano di essere reinseriti.

Dall’esito dell’udienza, resta vivo uno spiraglio di luce per i lavoratori in quanto il giudice, dott.ssa Tracanna, ha formulato la proposta di un incontro transattivo tra la Cementir Italia e gli ex dipendenti, rappresentati dalla Filca Cisl di L’Aquila, per discutere sul tentativo di ricollocazione delle unità licenziate.

 

Per leggere tutti gli articoli precedenti sul caso Cementir, clicca qui.

 

Alcuni ex lavoratori dello stabilimento di Cagnano Amiterno
Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24