Circuito di Avezzano: vince Bottini, Di Lorenzo terza


         

Valeria Marini, centinaia di selfie e mini tour a bordo di una vettura d’epoca

 

Giovane coppia ciociara -i coniugi Bottini-Di Giovanni a bordo di una Giannini Giannini 750 del 1949- conquista  l’ambito V trofeo del Circuito di Avezzano. Piazza d’onore per l’equipaggio di Claudio Paradisi alla giuda di una Austin Healey 100 BN1 costruita nel 1954, terzo posto per l’avezzanese Lucia Di Lorenzo a bordo di una Osca Maserati 372 F2 del 1958. L’edizione numero 5 della kermesse di motorismo storico organizzata dal Jaguar Drivers’ Club Italy -abilmente condotta dal giornalista Francesco Arcieri che ha tenuta alta l’attenzione del folto pubblico -la prima post-Istituzionalizzazione del Comune con 100 equipaggi al via, fa il salto di qualità e, complice anche la grande partecipazione di vip come Valeria Marini, Renato Pozzetto, Marina Tagliaferri, Stefano De Sando, Ira Fronten, Laura Ciarallo, il vice presidente nazionale dell’Asi, Pietro Piacquadio, e altri, regala alla Città e alla Marsica, una giornata da incorniciare.

Pubblico delle grandi occasioni lungo i 2 km e mezzo del circuito cittadino, con migliaia e migliaia di persone rimaste fino a tarda ora per ammirare le spettacolari curve delle auto 100 d’epoca, ma anche quelle di Valeria Marini, madrina dell’evento all’insegna di sport, turismo. L’avvenente soubrette, accolta con grande entusiasmo dal pubblico, si è concessa di buon grado a centinaia di selfie e ha effettuato un giro d’onore del circuito sulla Itala 56 del 1928 condotta dal gentlemen driver Francesco Battista. Cinque, invece, quelli effettuati dagli equipaggi delle 100 vetture, divisi in quattro blocchi, per la conquista del trofeo più ambito, quello appunto del Circuito di Avezzano.

Unanime l’apprezzamento degli ospiti, che hanno promosso a pieni voti gli organizzatori, l’ospitalità, il programma e la grande partecipazione di pubblico. Musica per le orecchie del patron, Felice Graziani, sempre sorridente e rilassato, che ha condiviso gli apprezzamenti con lo staff al lavoro su base volontaria: “abbiamo iniziato per gioco”, ha affermato Graziani dopo i ringraziamenti di rito a Comune, Regione, Mibact e sponsor e la consegna di premi e attestati nella splendida cornice dell’ex Arssa, dove a fare gli onori di casa c’era il dirigente del settore cultura, Tiziano Zitella, “e forse tutto funziona al meglio perché siamo un gruppo di amici e ci divertiamo molto nell’organizzare questo evento che vuole essere un omaggio alla nostra splendida terra ricca di arte, natura, storia e cultura”.  Nella tre giorni all’insegna delle vetture d’epoca sono stati disputati anche i trofei X Fuel, Rotschild, Micangeli, Di Cola-Antonangelo, Jaguar, Coppa Di Lorenzo. Appuntamento, quindi, al 2018 con una nuova scoppiettante edizione del Circuito di Avezzano.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24