CORONAVIRUS, IL PROF. GIUSTINO PARRUTI PRIMARIO DI MALATTIE INFETTIVE DELL’OSPEDALE DI PESCARA: “ ABBIAMO L’EVIDENZA CHE IL NUOVO FARMACO TOCILIZUMAB STA FACENDO IL SUO EFFETTO POSITIVO SUI PAZIENTI IN TRATTAMENTO”

  

Largo alla ricerca per il Covid-19. In corso di sperimentazione l’Avigan, l’anticorpo monoclonale contro l’artrite reumatoide Tocilizumab e l’antivirale Remdesivir.Stanziati quasi 50milioni di euro per la ricerca: un’iniziativa senza precedenti. Un bando indetto dall’Unione europea per finanziare 17 team. Inizialmente, si trattava di 10milioni di euro da destinare a 3 progetti. Due settimane: è il tempo che è stato concesso nel bando per la presentazione dei lavori. Successivamente, i fondi a disposizione sono incrementati dando la possibilità a 17 team (su 91 che avevano presentato la domanda) di mettersi subito al lavoro. “Abbiamo l’evidenza che il nuovo farmaco, il Tocilizumab, sta funzionando”. È quanto afferma, all’Ansa,  il direttore dell’unità operativa complessa di Malattie infettive dell’ospedale di Pescara, Giustino Parruti. “Abbiamo visto diverse persone già togliere l’ossigeno. Se tutto questo viene confermato, è una cosa che può cambiare un pochino la storia di questo affollamento. Se si riduce il numero degli intubati e la durata media della degenza e, quindi, la durata delle complicanze”, conclude, “questo si ripercuoterà con una ridotta mortalità”

Commenti Facebook

About Massimo Mazzetti