COVID-19, AD OSTUNI SANITARIO AGGREDITO A PUGNI IN FACCIA DA UN PAZIENTE CHE PRETENDEVA DI ESSERE SOTTOPOSTO IMMEDIATAMENTE A TAMPONE FARINGEO


Grave episodio di aggressione avvenuto durante la mattinata di ieri,  all’interno del pronto soccorso dell’ospedale di Ostuni (Brindisi).Vittima della brutale violenza, che ha comportato per lui delle serie conseguenze, un ausiliario dipendente della SanitaService contro il quale si sarebbe sfogato un paziente che pretendeva di essere sottoposto ad un tampone faringeo. Temendo un contagio da Coronavirus, l’uomo si è alterato nei confronti dell’ausiliario che tentava invano di riportarlo alla calma, venendo tuttavia aggredito e centrato da un forte pugno in pieno volto.Crollata a terra e priva di sensi, la vittima è stata immediatamente assistita dal personale sanitario di turno all’ospedale di Ostuni e quindi trasferita d’urgenza presso la struttura del Perrino di Brindisi. L’uomo si trova tuttora ricoverato nel reparto di Neurochirurgia del nosocomio, a causa di una frattura dello zigomo e di una sospetta e temuta emorragia subaracnoidea, sulla quale indagano i medici.A condurre le investigazioni per ricostruire integralmente le varie fasi dell’incresciosa vicenda gli uomini del commissariato di Ostuni.

Commenti Facebook

About Massimo Mazzetti