Diventare trader: sogno o progetto di vita?


Una possibilità che in molti valutano per cambiare la propria vita, e questo lo diciamo a prescindere dal fatto che la cosa sia raccomandabile o meno. Diventare trader e provare a sopravvivere effettuando operazioni finanziarie.
Se qualcuno sta sperimentando questa possibilità  non sarebbe il primo tantomeno l’ultimo; quello che fa la differenza è che adesso lo si fa sempre più tramite il web. In sostanza chi prova a cambiare la propria vita con gli investimenti tende a farlo da solo. E, per la legge dei vasi comunicanti, è vero anche il contrario: ovvero è un aumento il numero di chi decide di sperimentare questa strada di investimento proprio perché oggi c’è tale opportunità da praticare.
Non soni pochi quelli che ci provano: come si può leggere sul sito diventaretrader.com che offre una serie di consigli in materia, sono sempre più gli utenti che provano a portare a termine questa operazione.
Nel concreto si potrebbe trattare più di un sogno che di una possibilità reale, ma l’essenza del prodotto è troppo ammiccante per non lasciarsi conquistare. Se a questo ci aggiungiamo che siamo ancora in tempo di crisi e che proprio in questi periodi critici vanno per la maggiore strumenti alternativi (e anche strampalati) di guadagno, il mix è perfetto.
Ma come  si fa a diventare trader in rete? Prima di tutto occorre sapere quantomeno per sommi capi di cosa si sta parlando: conoscere le nozioni base del mondo finanziario, i meccanismi che ne sono alla base, il modo in cui funzionano i mercati. Fare trading in sostanza non è come effettuare una scommessa su una partita di calcio, dove conta si la conoscenza ma il caso è una componente può fare la sua parte. Qui senza studio e sperimentazione non si va da nessuna parte. Come provare a diventare trader?
Dopo essere passati necessariamente per un periodo di formazione ci si deve registrare ad una piattaforma di trading online. Un intermediario virtuale tramite il quale sarà possibile iniziare ad effettuare movimenti online.
Anche qui è bene arrivarci con raziocinio, scegliendo a fondo e sapendo che le piattaforme non sono tutte uguale: si differenziano per servizi offerti e, in alcuni casi, anche per regolarità e adesione alla legge.
Diventare trader con una speranza, anche lontana, di guadagnare vuol dire anche avere controllo della situazione e sapere quando fermarsi; quanto investire; in sostanza fino a quanto avanti spingersi. Perché i soldi investiti spesso e volentieri finiscono per volatilizzarsi, per sparire, soprattutto se si è alle prime armi. E allora meglio partire in modo soft senza lasciare prendersi la mano.

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24