DONNA 30ENNE UCCIDE I SUOI TRE FIGLI PER PROTEGGERLI DAGLI ABUSI DEL PADRE


Una donna di 30 anni ha detto di aver annegato a morte i suoi tre figli per “proteggerli dagli abusi del padre”. Liliana Carrillo, di Bakersfield, in California, è sospettata di aver ucciso i piccoli Joanna, 3 anni, Terry, 2, e Sierra di appena sei mesi. La donna ha confessato il triplice omicidio in carcere, davanti ai microfoni di un’emittente televisiva. “Li ho uccisi. Sono pentita. Vorrei che fossero vivi, ma ho dovuto. Preferisco che non vengano torturati e maltrattati regolarmente per il resto della loro vita”. La 30enne ha però puntato dritto il dito contro il compagno e padre dei bambini, Erik Denton. Sostiene che abbia abusato sessualmente dei figli. “Uccisi per proteggerli dagli abusi del padre”. La coppia era nel bel mezzo di un’aspra battaglia per la custodia dei bambini quando sono stati trovati morti il ​​10 aprile. L’uomo era in attesa di una perizia sulla salute mentale della donna. Secondo la polizia, Joanna, Terry e Sierra sono stati trovati privi di coscienza sabato dalla nonna nel quartiere Reseda di Los Angeles, riferisce l’emittente WGN 9.

Commenti Facebook

About Massimo Mazzetti

Avatar