ENI, IL GATTINO NATO CON SEI ZAMPE E SALVATO DA UN VETERINARIO DAL CUORE GRANDE

Questa è la storia a lieto fine di Eni, il gatto a sei zampe che è stato abbandonato da mamma gatta ma salvato da un veterinario dal cuore grande. A volte la natura ci sorprende, mettendo al mondo creature alquanto “speciali”. Purtroppo però, spesso sono indesiderate dalle proprie madri, proprio come è successo ad Eni, nato pochi giorni fa e apparentemente abbandonato da mamma gatta sicuramente per via della sua diversità. Il proprietario del felino, accortosi della malformazione dell’animale, decide di portarlo dal veterinario. Il dottor Marco Martini si è però rifiutato di sopprimerlo con l’eutanasia, decidendo invece di fare tutto il possibile per curarlo e salvargli la vita.In seguito, il medico degli animali affida Eni al gattile di Conegliano gestito da Enpa Treviso. Con grande impegno e amore, i volontari si sono occupati di nutrirlo, in modo che il cucciolo morisse di fame non avendo il latte della madre. Grazie alla solidarietà degli internauti, al passaparola e alle cure dell’esperto veterinario, Eni ce l’ha fatta! E non solo! In poche ore il gattino a sei zampe ha trovato una nuova mamma gatta, perfetta per svezzare il cucciolo. La nuova famiglia si trova sempre in Veneto, a Padova. Grazie a lei, il piccolo e speciale micio potrà iniziare una nuova vita.

Commenti Facebook

About Massimo Mazzetti