IL CANE “PASTORE ABRUZZESE” RICONOSCIUTO PATRIMONIO CULTURALE


Ottimo risultato per la Regione Abruzzo, che dopo la legge regionale, anche il Governo dà il proprio benestare al riconoscimento del cane Pastore Abruzzese come patrimonio culturale. La legge era stata presentata nel mese di Luglio e poi successivamente approvata ad Agosto. Finalmente quindi un riconoscimento molto importante per questo meraviglioso cane: “La Regione Abruzzo riconosce il cane bianco italiano da custodia delle greggi, così come trasmesso dalla civiltà pastorale abruzzese, unico e inconfondibile, parte integrante del proprio patrimonio culturale con il nome di “cane da pecora abruzzese” o “mastino abruzzese”. Concetto ribadito anche dal secondo comma: “ll cane bianco italiano da custodia delle greggi, capolavoro della collettiva e plurimillenaria opera di selezione genetica delle genti della montagna abruzzese, è stato ed è elemento insostituibile nell’attività armentaria ecocompatibile della tradizione pastorale abruzzese“. Uno dei simboli della nostra terra che finalmente diventa anche per LEGGE patrimonio, bene da proteggere e garantire, parte importante del proprio emblema regionale. Un grande vittoria per la regione, una grande vittoria che tutti coloro che amano questo grande Cane, dal cuore tenero. Merito ad una regione sempre piu’ vicina alla natura, ed al suo territorio.

 

( a cura di Cicchetti Ivan)

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24