LA REGIONE ABRUZZO NON HA ANCORA MANDATO LE RICHIESTE ALL’INPS PER LA CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA


Dopo i ritardi nell’attivazione delle domande e le lungaggini delle procedure denunciate qualche settimana fa, le richieste per la Cassa integrazione in deroga, in Abruzzo, tornano nell’occhio del ciclone. Ad oggi, infatti, l’Inps non può erogare quanto dovuto, perché la Regione non ha ancora iniziato a trasmettere le domande ricevute sulla piattaforma online.

Una procedura necessaria, per consentire all’ente previdenziale di versare la quota sul conto corrente dei lavoratori. Ma al momento è tutto bloccato, con gravi conseguenza per gli aventi diritto, circa 54 mila lavoratori abruzzesi delle micro imprese da 1 a 5 dipendenti. La notizia, arriva direttamente dall’Istituto Nazionale di Previdenza che ieri ha diffuso i dati aggiornati del decreto liquidità: le caselle del report dell’Inps sulle quattro province abruzzesi, sono tutte vuote. La Regione Abruzzo, che da mercoledì 8 aprile sta ricevendo sulla piattaforma online, le domande, dai titolari delle imprese, per l’erogazione della CIG in favore dei propri dipendenti, ancora non trasmette una sola pratica. I pagamenti pertanto sono bloccati.

Commenti Facebook

About Massimo Mazzetti

Avatar