Lecce nei Marsi. L’Orso Bruno Marsicano torna a frequentare il centro abitato

 

Da qualche giorno un Orso Bruno Marsicano ha ripreso a frequentare il territorio del centro abitato del comune di Lecce nei Marsi, un fatto che era già accaduto l’autunno scorso, quando il Plantigrado aveva fatto visita ad alcuni pollai.

Sembrerebbe proprio che l’Orso si sia preso una pausa dal letargo invernale, fatto che lo ha spinto a provare ad avvicinarsi al centro abitato alla ricerca di cibo facile, tanto da visitare nuovamente un pollaio ed aggirarsi nei pressi del centro abitato, creando qualche preoccupazione tra gli abitanti.

Il sindaco Gianluca De Angelis e l’Amministrazione Comunale si sono immediatamente attivati e, in collaborazione con il Parco, hanno predisposto turni di perlustrazione per un servizio di sorveglianza da effettuare nelle ore serali e nelle prime ore della notte.

Il Primo Cittadino ha emanato un’ordinanza nella quale si stabilisce:

  • Il divieto di avvicinarsi a esemplari di Orso Bruno Marsicano a piedi, in auto o con qualunque mezzo a distanze inferiori a m. 100;
  • Il divieto di illuminare con qualsiasi lampada e altre fonti luminose gli esemplari di Orso Bruno Marsicano al fine di avvistarli, fotografarli etc.;
  • Il divieto di alimentare gli esemplari di Orso Bruno Marsicano in qualsiasi modo, anche rendendo disponibili fonti trofiche destinate a specie animali domestiche (mangiatoie e carotai per animali da allevamento);
  • Il divieto di intercettare la frequenza dei radio-collari degli orsi muniti dell’apposito dispositivo.

 

Parallelamente il servizio di sorveglianza e il servizio scientifico del Parco, in collaborazione con il Comune, stanno verificando tutte le possibili fonti alimentari con l’obiettivo di renderle inaccessibili ed evitare la presenza dell’orso.

“Chiediamo”, ha spiegato il Sindaco De Angelis, “a tutti la massima collaborazione e soprattutto di evitare l’avvicinamento/inseguimento dell’animale e l’assembramento di persone che possono creare situazioni problematiche e rendere difficoltose le azioni di cattura e dissuasione dell’orso”.

 

Redazione ilfaro24.it

 

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24