Terremoto, il Sindaco di Scurcola Morgante: “Nessun danno a cose o persone”


Scurcola Marsicana (Aq). Dopo l’evento sismico di ieri sera di magnitudo 3,7 della scala Richter ad una profondità di 8 chilometri, avvenuto alle 21.58 con epicentro a Scurcola Marsicana, il primo pensiero di molti è andato agli edifici scolastici e proprio per questo motivo sono stati molti i sindaci che hanno deciso di chiudere le scuole per la giornata di oggi in via precauzionale.

Poco fa si è espressa anche la sindaca di Scurcola Marsicana, Maria Olimpia Morgante: “La notte è trascorsa abbastanza tranquillamente, abbiamo fatto una ricognizione soprattutto nel centro storico con Protezione Civile e Carabinieri e non abbiamo rilevato nessun danno a carico di cose o persone. La chiusura delle scuole, sia pubbliche che private, si è resa necessaria in via del tutto precauzionale, poiché come sapete le strutture che ospitano la popolazione scolastica sono rispondenti a criteri antisismici, tuttavia nella mattinata insieme all’ UTC verificheremo nuovamente.” 

La scossa è stata avvertita intensamente in tutto il territorio marsicano ma anche alla periferia di Roma e nell’aquilano. La situazione è tornata alla normalità e sembra che ad essersi riattivata possa essere stata la stessa faglia del terremoto del 1915, come ha detto il presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Carlo Doglioni (clicca qui per approfondire).

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24