URBAN CENTER: LA CARICA DEI 70! PRG E UNIVERSITÀ LE PRIORITÀ


Ben settanta e più le associazioni che hanno risposto positivamente al progetto dell’Urban Center, aderendo con entusiasmo alla “casa di tutte le associazioni”, che nelle prossime settimane diventerà operativa eleggendo il consiglio direttivo: cinque membri per ognuna delle aree tematiche di cui si occuperà l’Urban Center. Membri di diritto del direttivo saranno l’assessore al sociale Leonardo Casciere, presente alla conferenza stampa di questa mattina, e i rappresentanti delle associazioni di categoria e degli ordini professionali. Dopo la scadenza del bando di fine novembre, inoltre, sono molte le associazioni che hanno fatto richiesta di adesione all’Urban Center, ma sia pure fuori termine, ha assicurato il sindaco, si troverà il modo di dare a tutti l’opportunità di partecipare. Questi, pertanto, sono i dati emersi durante la conferenza tenutasi nella sala consiliare del comune, alla presenza di molti esponenti delle associazioni, del primo cittadino, del vice sindaco Lino Cipolloni e dell’assessore all’Urbanistica Chiara Colucci, oltre naturalmente al presidente dell’Urban Center, Rocco Giancarlo Di Micco.

“Ora l’Urban Center è realtà, posso dire con orgoglio che abbiamo centrato una delle priorità qualificanti del Programma di mandato dell’Amministrazione, un risultato importante per rispondere alle esigenze di modernizzazione della città e quale fondamentale supporto per l’amministrazione – ha detto il sindaco De Angelis – che avvierà al più presto un calendario di incontri per la costituzione degli organi e per aprire la discussione sui tanti temi all’ordine del giorno, dal piano regolatore al rilancio dell’università nella Marsica con il cosiddetto polo universitario dell’Appennino per arrivare a tutti quei progetti che coinvolgeranno larga parte del tessuto cittadino. L’Urban Center, infatti, sarà il trait d’union tra i cittadini e l’Amministrazione, l’Agorà della Città, un luogo a disposizione di istituzioni, enti e cittadini per riflettere e confrontarsi sulle trasformazioni che investono il nostro territorio, ed attivamente parteciparvi. L’obiettivo è costruire insieme la città del futuro” – ha continuato il Sindaco – che ha sottolineato come “una risposta così numerosa da parte delle associazioni dimostri una volta di più che Avezzano è una città vivace, con un grande sensibilità culturale e in materia socio-assistenziale, ambito quest’ultimo in cui operano la maggior parte della associazioni. L’ufficio dell’Urban Center è stato già aperto all’interno del Palazzo comunale e funzionerà come sportello per coordinare e discutere i lavori, con l’intenzione di dare un taglio concreto, sin da subito, all’importante progetto. A tal fine sarà messa a disposizione delle associazioni una sintesi del bilancio comunale per macroaree, perché – ha concluso il sindaco – solo dalla consapevolezza di quali sono le somme disponibili, quelle spese e quelle da spendere, il contributo della associazioni e di conseguenza il ruolo dell’Urban Center potrà qualificarsi per quella concretezza che tutti ci aspettiamo da questa straordinarie esperienza di partecipazione”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24