Home | Abruzzo | L'Aquila | AVEZZANO. 22ENNE MOLESTATA DA UN ANZIANO SI SFOGA SU FB

AVEZZANO. 22ENNE MOLESTATA DA UN ANZIANO SI SFOGA SU FB


La giovane ha raccontato di essere stata avvicinata  da un anziano mentre si recava a casa. Questi con una scusa ha cercato di intrattenerla, ma lei è riuscita, grazie alla presenza di alcuni passanti, a seminarlo.  Ecco il suo racconto pubblicato su Facebook:
Verso le 11.20 mi si è avvicinato un signore in una delle traverse meno trafficate del centro (in quel momento non c’era nessuno) dicendomi “Che bella ragazza, c’è sciopero a scuola? Dove vai sola soletta?”. Io “A casa, salve” e ho aumentato il passo. Chi mi conosce sa che mi fa piacere chiacchierare con signore anziane e spesso racconto anche qualche aneddoto, in questo caso non era un signore che voleva chiacchierare, perché dopo avergli risposto così ha aumentato il passo anche lui e ha detto “Io ho lavorato tanti anni come barbiere a San Nicola, ho tanti soldi…te lo posso offrì un caffè? O se vuoi una mattina di queste ti vengo a prendere a casa e invece di andare a scuola andiamo a prendere il caffè…”. Io non ho parole. Sono bassa e spesso mi danno meno anni, ne ho 22 anni ma la mia “paura” sinceramente nasce per le vere ragazzine più piccole che si ritrovano ad avere a che fare con questi soggetti, quindi mi appello anche alla famiglia o agli amici di questo signore e spero che leggano: stavolta non cerco neanche il nome anche se non ci saranno stati molti barbieri a San Nicola!!! VEDETE DI PARLARGLI e di farlo ricoverare perché ha un problema serio dato che pensava io avessi 15/16 anni (mentre sono scappata letteralmente approfittando della presenza di passanti, continuava a parlare) e mi metto nei panni in primis di mia sorella, perché se avesse fatto una cosa del genere a lei lo avrei preso e lo avrei appiccato da qualche parte. È un signore di Avezzano tra i 70 e gli 80 anni, basso coi capelli bianchi, la fronte alta e gli occhi piccoli e stretti, con la carnagione chiara e arrossata, oggi era vestito scuro con un cappotto blu scuro e in generale era un signore ben vestito e APPARENTEMENTE rispettabile. Sicuramente lo saprei riconoscere se lo dovessi rivedere, la prossima volta vado ai carabinieri e se non l’ho fatto oggi è perché avevo degli impegni familiari urgenti. Scusate l’esasperazione ma non è assolutamente la prima volta che capita (sia a me che ad altre mie conoscenti), anzi. Quindi famiglie e ragazze/i state attente/i. CHE SCHIFO.

 

Redazione ilfaro24.it

Commenti Facebook

Potrebbe interessarti:

Capistrello, congresso PD nel segno della continuità

  Si sono chiusi anche a Capistrello i lavori per il rinnovo delle cariche della …