COVID-19, UN’INFERMIERA E’ DECEDUTA E UN’ALTRA E’ IN GRAVI CONDIZIONI DOPO ESSERE STATE VACCINATE CON ASTRAZENECA: L’AUSTRIA SOSPENDE LA SOMMINISTRAZIONE


Sospesa la vaccinazione di Astrazeneca in Austria. Dopo il caso di una donna deceduta e una in gravi condizioni, l’ufficio federale per la sicurezza sanitaria in Austria ha reso noto di aver sospeso la somministrazione di un lotto di vaccini AstraZeneca. Una donna è morta a causa di un’embolia polmonare dopo aver ricevuto il vaccino e un’altra è stata ricoverata in gravissime condizioni, sempre per un’embolia polmonare, dopo aver avuto la seconda dose del vaccino. Tutte e due avevano ricevuto lo stesso lotto di prodotto della casa anglo-svedese nel distretto di Zwettl  per questo le autorità hanno deciso di sospenderene la somministrazione, anche se non ci sono prove che possa essere stato il vaccino a causare le embolie.Quanto riscontrato nelle due donne non è tra gli effetti collaterali noti o tipici del vaccino. Saranno condotto delle analisi per capire cose è accaduto e il lotto verrà analizzato per capire se possa essere condotto effettivamente alle problematiche di salute riscontrate dalle donne.

Commenti Facebook

About Massimo Mazzetti