DRAGHI, PROLUNGAMENTO DELLA SCUOLA A FINE GIUGNO PER RECUPERARE I GIORNI PERDUTI A CAUSA DEL CORONAVIRUS


Tra i temi portanti del suo programma il premier incaricato Mario Draghi ha inserito in cima ai suoi pensieri la scuola. Nelle consultazioni di oggi l’ex presidente della Bce ha posto una serie di indicazioni e obiettivi. Innanzitutto la necessità di una riorganizzazione del calendario scolastico: i ragazzi hanno perso troppi giorni di scuola. Di qui l’ipotesi di un allungamento di un mese dell’anno scolastico fino a fine giugno. Secondo punto, il potenziamento del corpo docenti con l’obiettivo di arrivare preparati alla ripresa di settembre, prevedendo anche assunzioni perché non si ripeta il problema delle cattedre vacanti e studenti che riprendono la scuola senza avere ancora i professori assegnati.

Commenti Facebook

About Massimo Mazzetti