LA CITTÀ VERSA IN UNO STATO DI ABBANDONO, DANIELE IACUTONE POLEMIZZA CON L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE


“La città di Celano versa in uno stato di abbandono totale”. La denuncia arriva da Daniele Iacutone, esponente di Sinistra Abruzzo, “lo stato di abbandono della città è visibile a tutti, le strade rovinate, piene di buche pericolose, nuove arterie promesse e mai realizzate, per non parlare delle condotte fognarie mancanti in molte zone e nonostante i proclami elettorali, lontane dall’essere realizzate. Fatto questo, che costringe i cittadini a munirsi di pozzi neri attualmente vietati per le zone residenziali.

Qualche mese fa”, prosegue Iacutone, “il comune di Cerchio ha sciolto la CUC (Centrale Unica di Committenza) con Celano, l’amministrazione in consiglio comunale ha accolto la richiesta senza preoccuparsi di ricostituirla, con un altro comune limitrofo, obbligo per tutti i comuni con popolazione inferiore ai 40mila abitanti, continuando, nonostante tutto a pubblicare gare senza servirsi di un organismo accreditato per lo svolgimento di dette funzioni”.

Iacutone sottolinea ancora che l’amministrazione comunale invece di risolvere i problemi, oltre a quelli citati anche la delinquenza lo spaccio di stupefacenti nonché i furti nelle abitazioni, sa organizzare solo eventi e maxi appalti come la nuova suola media nonostante un’inchiesta da parte della magistratura. “La situazione che viviamo oggi nella nostra città”, conclude, “ è frutto dell’incapacità amministrativa di chi ci governa”. 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24